Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 27 febbraio - Aggiornato alle 11:21

Governo Draghi, Coletto potrebbe entrare nella squadra come sottosegretario alla Sanità

Il suo nome circola con insistenza da venerdì. Nel 2018 ha ricoperto lo stesso ruolo con il Conte I

L'assessore Luca Coletto

di Dan.Bo.

Il suo nome è in fondo a una delle tante liste di ministrabili circolate nel pomeriggio di venerdì: Luca Coletto, assessore regionale alla Sanità, potrebbe tornare a Roma come nuovo sottosegretario alla Sanità del neonato governo Draghi. Chiusa dalle 20 di venerdì la partita dei ministri, si apre ora infatti quella dei sottosegretari che dovrebbe chiudersi nel giro di pochissimo tempo. Per Coletto si tratterebbe di un addio all’Umbria dopo poco più di un anno durante il quale le ipotesi su un abbandono dell’assessorato da parte del geometra veronese (vedi ad esempio le regionali che si sono tenute qualche mese fa nel suo Veneto) non sono mancate.

Coletto a Roma? Il ritorno di Coletto a Roma libererebbe la casella della sanità regionale nel momento in cui, in Umbria, le tensioni fra Lega e Fratelli d’Italia hanno toccato il livello di guardia tra attacchi dei meloniani e repliche, come quella del segretario leghista Virginio Caparvi sulle nomine incassate da FdI, con annesso autogol. Se la Lega decidesse di lasciare l’assessorato più pesante e – a maggior ragione nel bel mezzo dell’emergenza sanitaria – più importante, a quel punto c’è già chi vede un possibile ingresso in giunta di FdI, che ha la presidenza dell’Assemblea legislativa con Marco Squarta. In passato Coletto è stato per otto anni assessore regionale alla sanità delle due giunte Zaia, presidente dell’Agenas (l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) dal 2016 al 2018 e, per sei mesi, sottosegretario alla Sanità del Conte I.

Nel corso della giornata il servizio completo

I commenti sono chiusi.