lunedì 25 settembre - Aggiornato alle 06:29

Sellano, Daniel Pennac legge il suo Malaussène nel castello di Postignano

Sabato 16 settembre lo scrittore presenta l’ultimo romanzo nel borgo restaurato: reading teatrale in francese e italiano con due attori

Daniel Pennac

di A.G.

Sono passati diciotto anni, ma alla fine il signor Malaussène è tornato: è del 2017 l’ultimo libro di Daniel Pennac ‘Il caso Malaussène. Mi hanno mentito’, in cui finalmente rivivono i celebri eroi del ciclo di romanzi. Lo stesso autore terrà un reading teatrale sabato 16 settembre (ore 18.00) presso il Giardino delle rose nel borgo restaurato di Postigliano, frazione del Comune di Sellano, nell’ambito della sesta edizione della manifestazione culturale ‘Un castello all’orizzonte’.

Bentornati Malaussène In compagnia di Pennac e dei due attori Massimiliano Barbini e Pako Ioffredo, il pubblico entrerà dal vivo fra le pieghe del romanzo che investe tre generazioni di Malaussène, senza che la trama e l’identità dei personaggi siano svelate. Questa lettura teatrale a tre voci segue la linea di confine fra interpretazione e narrazione, lettura e recitazione, fedele allo stile giallo e grottesco del ‘Caso Malaussène’. «Ho avuto voglia di condividere con il pubblico il piacere del ricongiungimento con i Malaussène – dichiara la regista Clara Bauer – e di mettere in evidenza alcuni passaggi dell’ultimo romanzo di Daniel Pennac che rispecchiano, a mio avviso, lo spirito di questa saga. La lettura teatrale sarà in francese ed in italiano. Le due lingue si affiancheranno e dialogheranno tra loro in una mise en voix».

Dalla cattedra al palcoscenico Talento inesauribile e poliedrico, per quasi trent’anni Pennac ha conciliato il mestiere di scrittore con quello di professore, seguendo allievi in difficoltà scolastica. Lasciato l’insegnamento, è stato il teatro a restituirgli l’energia vitale che prima sgorgava quotidianamente dal rapporto con i suoi studenti: sia drammaturgo che interprete, dopo spettacoli come ‘Merci’, ‘Bartleby lo scrivano’ e ‘Le 6° Continent’, è con la trilogia ‘Journal d’un corps’, ‘L’oeil du loup’ e ‘Un amour exemplaire’ (regia di Clara Bauer) che Pennac entra nel vivo della creazione teatrale, condividendo un’appassionante avventura internazionale con la compagnie Mia di Parigi, il Funaro di Pistoia e le napoletane Laila e Centro per le arti della scena e dell’audiovisivo. Dopo i primi lavori letterari, nel 1985 Benjamin Malaussène e la tribù di Belleville fanno il loro ingresso nella letteratura con ‘Il Paradiso degli orchi’. Il ciclo prosegue con ‘La fata Carabina’ (1987), ‘La prosivendola’ (1989), ‘Il Signor Malaussène’ (1995), ‘Ultime notizie dalla famiglia’ (edizione italiana che accorpa ‘Monsieur Malaussène au théâtre’ del 1995 e ‘Des chrétiens et des maures’ del 1996) e  ‘La passione secondo Thérèse’ (1999). Tra i suoi lavori più noti, ‘Come un romanzo’ (1992), nel quale sono proclamati “i Diritti imprescrittibili del lettore”, e il romanzo ‘Signori bambini’ (1997), portato al cinema da Pierre Boutron. Amante della lettura a voce alta, Pennac ha registrato molti dei suoi libri per Gallimard e per l’associazione ‘Lire dans le noir’. In Italia alcuni suoi audiolibri sono editi da Feltrinelli con la voce di Claudio Bisio.

Una replica a “Sellano, Daniel Pennac legge il suo Malaussène nel castello di Postignano”

  1. succotta ha detto:

    Non solo da Claudio Bisio, anche Giuseppe Battiston

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.