venerdì 15 novembre - Aggiornato alle 11:48

Mistero Frecciabianca a Spoleto: dal sito è sparita la fermata

Dai primi di settembre treno veloce per e da Roma era comparso sugli orari. Chianella: «Stiamo verificando»

Frecciabianca

di Chiara Fabrizi

Non compare più la doppia fermata di Spoleto del Frecciabianca Ravenna-Roma e ritorno, che dopo anni avrebbe dovuto essere ripristinata dal 10 dicembre prossimo. Da alcuni giorni, infatti, sul portale di Trenitalia non è più possibile selezionare la stazione della città del Festival per verificare l’orario nella sezione dedicata ai treni Freccia, semplicemente perché Spoleto non è tra le città servite, come si legge nel portale. Da Ferrovie dello Stato, sollecitati sulla questione, fanno sapere che «non si tratta di un problema informatico di caricamento: al momento nell’orario invernale la fermata di Spoleto non è inserita». Ed è piuttosto clamoroso.

Sparita la fermata del Frecciabianca Per diverse settimane, impostando la ricerca dai giorni successivi al 10 dicembre, la fermata di Spoleto del treno veloce compariva sia al mattino per Roma, che nel pomeriggio per il rientro dalla capitale, seppur non acquistabile. Ora non è più così e sono tutti in allarme a cominciare dai pendolari della città, che dall’addio agli Eurostar sono rimasti senza treni veloci. Al momento, dunque, non è chiaro quali saranno le sorti dell’agognata fermata, che avrebbe dovuto essere inserita nell’orario invernale in vigore dal 10 dicembre, ma che è sparita dal radar della stazione. L’assessore regionale ai trasporti, Giuseppe Chianella, raggiunto da Umbria24, si dice «al corrente» della mancata presenza del Frecciabianca nel portale web e spiega di aver «avviato interlocuzioni con Trenitalia per fare chiarezza». Niente di più. Come noto il treno veloce rientra tra le corse a mercato, ossia quelle su cui decide Trenitalia, salvo che gli enti locali non siano disposti a pagare per la fermata. E non sarebbe questo il caso di Spoleto, nel senso che all’annuncio del ripristino del Frecciabianca, fatto da Chianella e dal sindaco Umberto De Augustinis, non si sarebbe arrivati a seguito di un impegno economico della Regione. I termini dell’accordo sono tutti da chiarire.

@chilodice

I commenti sono chiusi.