di Maria Giulia Pensosi

«Imparare ad ascoltare se stessi e gli altri, sensibilizzare sulle tematiche legate ai Dca per capire quali sono i ‘campanelli di allarme’ che possono portare ai disturbi del comportamento alimentare e cercare di essere un ‘ponte’ tra le varie realtà dando informazioni e orientando le persone per capire se hanno bisogno di un percorso terapeutico ed eventualmente indirizzarle ai servizi dedicati». È questo l’obiettivo dello sportello di ascolto gratuito sui disturbi alimentare che l’associazione Il Bucaneve odv e Rescogitata inaugureranno nella giornata di sabato a Terni. 

Sportello Dca a Terni Ad occuparsi dello sportello e del progetto ‘Questo è il giardino’ ad esso collegato Eva Valeriani, dello studio Rescogitata, e Maria Grazia Giannini, fondatrice dell’associazione di volontariato Il Bucaneve, con sede a Castiglione del Lago, che da oltre dieci anni è impegnata a supportare le persone che soffrono di disturbi alimentari. «Io e Maria Grazia Giannini – ha spiegato a Umbria24 Eva Valeriani – ci siamo conosciute all’interno di un percorso di formazione che aveva lo scopo di approfondire le tematiche della mediazione familiare, abbiamo avuto modo di confrontarci sulle nostre rispettive realtà e dopo questo confronto abbiamo pensato di aprire un sportello di ascolto con l’obiettivo di portare avanti i propositi dell’associazione all’interno della realtà Rescogitata a Terni». Le promotrici dell’iniziativa sono entrambe mediatrici familiari, Eva Valeriani è anche una docente di filosofia: «Alcuni progetti li porto avanti anche a scuola – ha confidato l’insegnante -, il mio approccio alla filosofia è piuttosto funzionale, nel mio caso possiamo chiamarla ‘consulenza filosofica’. Nelle classi cerco di ricavare degli spazi per sensibilizzare i ragazzi sui disturbi alimentari e molto spesso, purtroppo, noto un grande interesse da parte degli studenti, c’è un bisogno enorme di parlarne, di informazione a riguardo».

Ascolto e mediazione Lo sportello avrà sede presso l’ex palazzo Morandi, in piazza Europa 5, scala B. Per poter accedere al servizio, gratuito, è necessario prendere un appuntamento al numero cellulare dello studio Rescogitata (320 154 3622). All’inaugurazione saranno presenti il sindaco di Terni, Leonardo Latini, e gli assessori Cinzia Fabrizi e Cristiano Ceccotti. Il punto di ascolto è dedicato alle persone che soffrono di Dca, ma anche alle loro famiglie: «Il nostro obiettivo – continua Valeriani – è quello di parlare dei disturbi del comportamento alimentare, non fermarci ‘alla superficie’, ma cercare di ‘accogliere’ delle problematiche che possono essere legate anche al disagio emotivo e relazionare e poi sfociare in Dca, quindi in un certo senso anche ‘prevenire’ dove è possibile farlo. Purtroppo spesso si arriva ad ammettere a se stessi e agli altri di avere un problema, di qualsiasi natura esso sia, quando ormai è troppo tardi, noi cercheremo di stare vicino alle persone per indirizzarle, fargli capire che se c’è qualcosa su cui lavorare si può fare e che non sono sole, c’è qualcuno che può ascoltare e supportare». Lo sportello non ha funzione terapeutica, ma le promotrici dell’iniziativa potranno indirizzare chi ne ha bisogno verso i servizi dedicati: «Vogliamo far passare l’idea che si può guarire, si può tornare a riprendere il controllo di se stessi».