Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 1 marzo - Aggiornato alle 00:46

Servizio civile, tra Arci e Anci altri 118 posti a disposizione in Umbria: come fare domanda

Molti i progetti delle due associazioni in tanti comuni della regione: le informazioni utili

Sette  nuovi progetti di Arci Servizio Civile in Umbria per 30 operatori volontari sono stati integrati nel Bando di Servizio Civile Universale 2020 con Decreto del Capo del Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale n. 18 del 13 gennaio 2020. Oltre al programma già finanziato “United: Unire Tutelare Educare” con l’impiego di 44 operatori volontari, il programma “Comunità educanti” propone l’impiego per 30 operatori volontari in 7 diversi progetti così suddivisi:

– Progetto EDU.CARE FOR FUTURE presso LEGAMBIENTE UMBRIA. Area di intervento: Educazione e promozione ambientale (4 posti sede di Perugia).
– Progetto LA COMUNITA’ E’ LA NOSTRA SCUOLA presso ARCI PERUGIA. Area di intervento: Animazione culturale verso i minori (6 posti sede di Perugia).
– Progetto RETE SOLIDALE PER LA COMUNITA’ presso AUSER UMBRIA. Area di intervento: Adulti e terza età in condizioni di disagio (2 posti sede di Castiglione del Lago – 1 posto sede di Foligno – 1 posto sede di Spoleto).
– Progetto NUOVE GENERAZIONI presso LABORATORIO IDEA. Area di intervento: Animazione culturale verso minori (4 posti sede di Narni).
– Progetto (EDUC)AZIONE GLOBALE presso ARCIRAGAZZI NARNI. Animazione culturale verso minori (4 posti sede di Narni).
– Progetto IN GIOCO… PER LA CITTÀ SOLIDALE EDUCANTE, AMICA DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI presso ARCIRAGAZZI AMELIA. Area di intervento: Animazione culturale verso minori (4 posti sede di Amelia).
– Progetto DERIVE E APPRODI – PERCORSI ASIMMETRICI NEL MODO GIOVANILE presso ARCIRAGAZZI GLI ANNI IN TASCA. Area di intervento: Animazione culturale verso giovani (4 posti sede di Terni).

Presentazione della domanda Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (Dol) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it. Condizione necessaria per accedere alla piattaforma è essere in possesso dello Spid (livello 2), sistema di autenticazione che permette l’accesso a vari servizi identificando l’utente con una identità digitale. Grazie a nome utente e password (nel sito del Ministero sono definite Credenziali) si identifica in modo univoco una persona fisica. Si può utilizzare esclusivamente la coppia di credenziali intestata al candidato che intende presentare la domanda (no genitori, fidanzate/i, cugini/e…). Lo Spid viene fornito da provider abilitati: l’elenco aggiornato dei provider è disponibile all’indirizzo: https://www.spid.gov.it/richiedi-spid. Da considerare la tempistica per l’ottenimento dello Spid stesso: da alcune ore a qualche giorno.

Chi può partecipare Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari e alle forze di polizia, possono presentare domanda i giovani senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto i 18 e non superato i 28 anni di età (28 anni e 364 giorni) e siano in possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana, ovvero di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia; non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata. I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio. La durata del servizio è di dodici mesi. Agli operatori volontari in servizio civile universale spetta un assegno mensile di 439,50 euro. Il termine per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione degli operatori volontari di servizio civile è lunedì 8 febbraio 2021 entro le ore 14.00.

Per informazioni sul Bando di Servizio Civile:
www.serviziocivile.gov.it
Per informazioni sui progetti in dettaglio:
www.arciserviziocivile.it
– Arci Servizio Civile Terni, V.le B. Brin 113, Terni – [email protected] – cell 3939212082/3923366881
– Arci Servizio Civile Perugia, V. della Viola 1, Perugia – [email protected] – 0755725016

Anci Cinque progetti per 88 posti invece sono messi a disposizione da Anci Umbria in un totale di 31 comuni. Le domande di partecipazione devono essere presentate esclusivamente nella modalità on line entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 8 febbraio 2021. I comuni coinvolti sono quelli di Alviano, Bastia Umbra, Bevagna, Campello sul Clitunno, Castel Giorgio, Castel Ritaldi, Città della Pieve, Costacciaro, Fabro, Ficulle, Foligno, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Magione, Monte Santa Maria Tiberina, Montecchio, Montone, Nocera Umbra, Orvieto, Perugia, Piegaro, Pietralunga, Porano, Scheggia e Pascelupo. Sigillo, Spello, Torgiano, Trevi, Valfabbrica e Valtopina. Di questi, i Comuni che ospitano 6 posizioni per minori opportunità sono Torgiano, Valtopina, Castel Giorgio, Fabro, Ficulle e Montecchio.

Le informazioni Gli aspiranti operatori volontari, purché tra i 18 e i 29 anni, dovranno presentare domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Dol entro e non oltre le 14 dell’8 febbraio 2021. Per i volontari è previsto un impegno di 30 ore settimanali e una remunerazione di 439 euro al mese per un anno. I progetti in cui saranno coinvolti riguarderanno temi come assistenza, prevenzione, reinserimento sociale, educazione, promozione culturale, protezione civile, cooperazione allo sviluppo, difesa ecologica, salvaguardia e fruizione del patrimonio artistico e culturale.

Esperienza straordinaria «Il Servizio civile universale – dice il presidente facente funzione di Anci Umbria, Michele Toniaccini – è un’esperienza straordinaria, una grande opportunità in termini di crescita personale e professionale, una finestra sul mondo del lavoro, ancor più quest’anno caratterizzato da una profonda crisi economica e occupazionale. Un bellissimo impegno in progetti innovativi, su diversi temi di primaria importanza: assistenza, prevenzione, reinserimento sociale, educazione, promozione culturale, protezione civile, cooperazione allo sviluppo, difesa ecologica, salvaguardia e fruizione del patrimonio artistico e culturale. Rappresenta anche un bellissimo esercizio di educazione civica. Solo per fare un esempio, in questa emergenza sanitaria, Anci Umbria aveva messo a disposizione 4 dei suoi volontari a sostegno delle attività della Regione Umbria e degli ISP regionali per l’emergenza COVID. Altri sei erano stati dislocati in alcuni Comuni umbri».

I commenti sono chiusi.