venerdì 9 dicembre - Aggiornato alle 17:17

Anpi contro Casapound, la lotta continua: «Neofascisti fuori da Palazzo Spada»

Associazione nazionale partigiani: «No alla sala consiliare di Terni per l’iniziativa, no alla partecipazione dell’assessore Proietti»

di M. R.

«No ai neofascisti nella sala consiliare del Comune di Terni». Parola dell’Anpi. Finita sotto i riflettori per il caso del patrocinio mai richiesto e mai concesso, ma comparso sul volantino, l’iniziativa di Casapound, in programma domenica a Palazzo Spada alla presenza dell’ssessore Elena Proietti, continuerà probabilmente a far discutere.

Anpi vs Casapound Poco più di un mese e mezzo fa lo scontro tra Anpi e Casapound si è consumato in occasione degli eventi organizzati nel liceo scientifico Gandhi di Narni scalo. A scuola erano in programma delle iniziative sulla storia della Seconda guerra mondiale che prevedevano proprio la partecipazione dell’Anpi e il personale dell’istituto si è ritrovato le finestre tappezzate di manifesti firmati Blocco studentesco, riconducibili a Casapound, con un messaggio rivolto ai giovani delle classi coinvolte. ‘Vogliono fomentare l’odio politico – si leggeva – e perpetrare una visione distorta della realtà dei fatti. Non farti fregare, boicotta l’Anpi’. Gli stessi manifesti sono stati affissi anche al parco sopra i murales dedicati ad alcuni ragazzi narnesi morti anni fa in un incidente stradale e, nonostante la rimozione da parte dei volontari di Arciragazzi che gestisce l’area, l’opera è stata danneggiata. Il responsabile provinciale di Casapound Piergiorgio Bonomi si è scusato per questo, anche pubblicamente, ma il clima ovviamente resta teso.

Foiba rossa Per questa settimana invece lo scontro tra rappresentanti dei valori della Resistenza e quelli di estrema destra è a parti invertite; ma piuttosto che agire di notte, l’Anpi lo fa alla luce del sole. Domenica a Palazzo Spada si terrà la presentazione del fumetto Foiba rossa e, alla vigilia, la sezione ternana dell’Associazione nazionale partigiani terrà una conferenza stampa alle ore 11.00, proprio nell’aula del consiglio comunale di Terni «per denunciare – si legge nella convocazione – la decisione dell’amministrazione comunale di concedere la stessa sala consiliare per un’iniziativa dell’associazione neofascista Casapound, con partecipazione diretta, peraltro, di un membro della giunta Latini».

I commenti sono chiusi.