martedì 19 giugno - Aggiornato alle 12:26

Terni, due milioni per turismo e cultura: ecco i nuovi bandi della Fondazione Carit

L’ente di Palazzo Montani Leoni presenta le nuove call e lancia la mostra sui Macchiaioli

Quasi due milioni di euro per due nuovi bandi aperti al pubblico. Continua l’attività della Fondazione Carit sul territorio, dopo le call annunciate nelle scorse settimane. Stavolta i settori interessati sono quelli del turismo e della cultura. L’iniziativa è stata presentata nella sala conferenze di Palazzo Montani Leoni in una conferenza stampa a cui hanno preso parte anche diversi rappresentanti di associazioni senza scopo di lucro e istituzioni pubbliche

La call Il primo bando si chiama ‘Richieste generali di contributo’, per cui la Fondazione ha stanziato 1.600.000 euro. Il secondo è ‘Promozione e valorizzazione siti turistici e culturali’, con 300.000 euro.  I due progetti sono stati inseriti nel Documento programmatico previsionale 2018 approvato dal Comitato di indirizzo e rientrano nel Programma Pluriennale di attività 2018-2020.

Gli altri bandi L’iniziativa dunque fa seguito a quelle già pubblicate e relative agli eventi musicali e alle palestre per gli edifici scolastici. Inoltre nel 2018 la Fondazione ha in programma interventi anche «nel  settore dell’educazione – come è stato spiegato in conferenza – nell’istruzione e formazione, in particolare con un bando per ‘Lettori madre lingua’ per le scuole pubbliche del territorio di riferimento e per attrezzare i laboratori specialistici, con particolare attenzione per le scuole professionali pubbliche». Poi nel volontariato, filantropia e beneficenza, nello sviluppo locale, nell’arte e nello sviluppo locale per il recupero di beni architettonici e monumentali di pregio.

Il nuovo sistema «Le domande relative ai bandi potranno essere presentate esclusivamente con la nuova proceduta Rol, un sistema ormai adottato da tutte le Fondazioni bancarie italiane, ossia un portale utilissimo perché consentirà l’accreditamento una sola volta e poi la domanda e la rendicontazione on-line». Oltre ai bandi la Fondazione ha in animo di realizzare nel 2018 anche iniziative proprie, come ad esempio le mostre a palazzo Montani Leoni. Il prossimo 19 aprile sarà, infatti, inaugura la mostra ‘Tra Macchiaioli e Belle Époque. Giovanni Fattori, Telemaco Signorini, Giovanni Boldini’. Una importante rassegna con oltre 26 quadri provenienti dalle collezioni d’arte di prestigiose Fondazioni bancarie, di istituti di credito e dei Comuni di Livorno e Porto Recanati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.