giovedì 14 novembre - Aggiornato alle 00:11

Umbria jazz, non solo Orvieto: in contemporanea all’edizione winter concerti in trasferta anche a L’Aquila

Il festival e l’ente musicale aquilano Barattelli continuano la collaborazione: con lo ‘Spazio jazz’ saranno proposti alcuni degli highlights della programmazione orvietana

John Scofield

di D.N.

Avviata lo scorso luglio con la replica di ‘Seven Dreams’ – il lavoro di Uri Caine composto per l’inaugurazione dell’auditorium di San Francesco al Prato -, continua anche in inverno la collaborazione tra Umbria Jazz e l’Ente Musicale Società Aquilana dei Concerti ‘B. Barattelli’. La Barattelli, senza dubbio una tra le istituzioni musicali di maggior prestigio del nostro paese, ha da sempre mostrato un interesse non episodico per il jazz.

Spazio jazz E proprio ‘Spazio Jazz’ è il nome di una finestra tematica che fin dal 2001 ha arricchito la stagione aquilana. Quest’anno torna in una nuova edizione realizzata in collaborazione con Umbria Jazz: si tratterà di una tre giorni – dal 27 al 29 dicembre – in cui saranno proposti a L’Aquila alcuni degli highlights della programmazione di Umbria jazz winter #27 ad Orvieto (28 dicembre 2019 – 1° gennaio 2020). Si inizierà con il trio Danilo Rea e il suo omaggio alle canzoni di Mina all’Auditorium del Parco. Il secondo appuntamento sarà invece con il trio di Isaiah Thompson, giovanissimo pianista e vera e propria rising star della scena statunitense attuale, che si esibirà al Ridotto del Teatro Comunale. L’evento conclusivo sarà affidato al grande organico (che riunisce i musicisti della Umbria Jazz Orchestra e dell’Orchestra da Camera di Perugia) di The Magic and the Mystery of The Beatles – una produzione originale di Umbria Jazz, scritta e diretta da Gil Goldstein, in cui saranno protagonisti tre giganti della jazz internazionale: John Scofield, Jay Anderson e Lewis Nash.

I commenti sono chiusi.