Cristian Bucchi, allenatore del Perugia

Dopo la sfida vinta con l’amico Gattuso ecco il confronto con chi lo ha lanciato nella carriera da calciatore. Al Curi torna da avversario Serse Cosmi con il suo Trapani,  l’allenatore che ha avuto solo parole di stima per l’allievo Bucchi. «Lo ringrazio per quello che ha detto nei miei confronti – ha detto il tecnico del Perugia nella conferenza stampa della vigilia del match di domenica  – con lui ho vissuto momenti indimenticabili per la mia carriera da calciatore e sono legato a Cosmi da ricordi bellissimi». Fischio di inizio alle 15 di domenica pomeriggio, arbitra Antonio di Martino di Teramo.

Le novità Perugia-Trapani si presenta questa volta a parti invertite rispetto all’ultimo precedente che vide i siciliani vincere con merito nel febbraio scorso quando la panchina di Bisoli aveva già iniziato a scricchiolare. Grifo lanciato dalle ultime due vittorie in trasferta, con la voglia di stupire ancora offrendo il solito calcio piacevole al quale ci ha abituato dalla prima giornata. I granata invece devo rimediare ad un inizio di campionato quasi fallimentare e devono schiodarsi dall’ultimo posto in classifica. Tra i biancorossi assente Gianluca Mancini per un lutto famigliare mentre torna a disposizione Del Prete che si gioca un posto da titolare sull’out di destra con Belmonte e Imparato.

Attenzione al Trapani Vietato sottovalutare l’avversario di domenica, Bucchi ne è consapevole: «La gara contro di loro – ha spiegato – ha un grandissimo valore. Ci  sono otto giocatori dell’anno scorso nella formazione titolare e hanno un allenatore di grandissima abilità ed esperienza. Dobbiamo affrontarli come se giocassimo contro il Verona».

La squadra «Noi in casa – ha proseguito Bucchi – abbiamo perso due  volte. Contro il Bari abbiamo dominato e perso alla fine mentre contro il Carpi abbiamo fatto dei regali. Ho motivato nella maniera giusta la squadra, siamo in buona condizione. Non ritoccherò la formazione di partenza fatta eccezione per il tirono di Volta al centro della difesa e ho solo un dubbio nel settore destro tra Del Prete, Belmonte e Imparato».

La probabile formazione Questo il possibile schiermaento di partrenza del Grifo: Rosati; Belmonte, Monaco, Volta, Di Chiara; Brighi, Zebli, Dezi; Nicastro, Di Carmine , Guberti

Questo contenuto è libero e gratuito per tutti ma è stato realizzato anche grazie al contributo di chi ci ha sostenuti perché crede in una informazione accurata al servizio della nostra comunità. Se puoi fai la tua parte. Sostienici

Accettiamo pagamenti tramite carta di credito o Bonifico SEPA. Per donare inserisci l’importo, clicca il bottone Dona, scegli una modalità di pagamento e completa la procedura fornendo i dati richiesti.