Umbria al voto per i referendum (Foto archivio)

di Iv. Por.

Alle 19 per i referendum in Umbria ha votato il 32,5% degli aventi diritto contro un dato nazionale al 30,4% che secondo gli analisti rende fattibile l’obiettivo quorum. Resta più alta l’affluenza nelle vicine Emilia Romagna (39,1%) e Toscana (37,6%), ma sono state superate Marche (32,2%) e Lazio (31,5%) che alle 12 erano a quote superiori.

Nel dettaglio Si è votato di più a Perugia con una percentuale del 32,9% contro un 31,5% della provincia di Terni. Tra i comuni quello che ha partecipato di più è Montone con il 43,8%. Il meno presente Sellano con il 17,9%. Alta si conferma l’affluenza a Perugia città con il 36,3% mentre a Terni città ha votato il 31,7%. Dettaglio quesiti: 1) 32,57%, 2) 32,57%, 3) 32,54%, 4) 32,59%

Ore 12 Si attestava all’11,4% l’affluenza in Umbria alle 12 contro un dato nazionale all’11,62%. Molto più alte le affluenze in Emilia Romagna (16,9%), Toscana (14,7%), Marche (12,2%), ma anche Lazio (12,1%). Si è votato di più a Perugia con una percentuale dell’11,45% contro un 11,35% della provincia di Terni. Tra i comuni quello che ha partecipato di più è Montone con il 14,84%. Il meno presente Sellano con il 6,01%. A Terni città ha votato il 12,18% contro il 13,92% di Perugia città. Dettaglio quesiti: 1) 11,43%, 2) 11,40%, 3) 11,42%, 4) 11,38%