mercoledì 18 settembre - Aggiornato alle 21:55

Concerto di Mengoni sul Monte Cucco: 30 richieste di soccorso. Organizzatori: «Normale visto il caldo»

In un caso è stato necessario far alzare in volo l’elicottero da Fabriano, mentre per gli altri è bastata la barella

Pian di spilli, spazio al Monte Cucco dove si esibirà Mengoni

Raffica di infortuni per il pubblico del concerto di Mengoni al Pian di Spilli, nel parco regionale del Monte Cucco. Sono state una trentina le richieste di aiuto gestite dagli uomini del Soccorso alpino e speleologico dell’Umbria che, domenica, hanno presidiato il percorso per accedere nell’area naturale, con circa 650 metri di dislivello, e dove era in programma il concerto. In alcuni casi, il pubblico diretto al Pian di Spilli è stato recuperato con la barella portantina, mentre in due casi è stato necessario far alzare in volo l’elisoccorso Icaro 02 di Fabriano, con a bordo un anestesista rianimatore e un tecnico di elisoccorso. Oltre a un fan di Mengoni, col velivolo aereo è stato recuperato anche un escursionista in difficoltà sul monte Corona.

Organizzatori: «Normale in un giorno di solleone» In una nota, il presidente dell’Associazione Umbra della Canzone d’Autore, Lucia Fiumi, replica che «come riporta benissimo la nota del soccorso, non tutte le persone assistite a Monte Cucco fossero relative al pubblico del concerto, e, in molti casi si trattava di interventi che si sono risolti nel giro di pochi minuti. E’ normale che in un posto dove si trovano 9.000 persone in un ambiente di montagna e con una giornata di solleone ci siano interventi sanitari (dovrebbe farsi dare le statistiche dei sentieri alpini in agosto). L’acqua sui sentieri c’era, sia da Scheggia che da Costacciaro. E’ vero che dalla parte di Costacciaro in tarda mattinata è terminata perché mal razionata (erano 1600 litri, circa 50 cl a testa), ma i rifornimenti erano presenti alla fine del sentiero, dove è stato posizionato, proprio per emergenza, un camion frigorifero (da qui le bottigliette di plastica – lasciate comunque in gran parte nei contenitori a lato del camion -). Sul luogo dell’evento erano presenti 4 punti di rifornimento di acqua potabile fresca e gratuita (400 quintali) che è abbondantemente bastata per tutto il concerto e per riempire le borracce per il ritorno».

I commenti sono chiusi.