giovedì 19 settembre - Aggiornato alle 04:13

Cucinelli, il 2019 parte bene e lancia l’abbigliamento per bambini: «Chiuderemo l’anno a +8%»

Nel primo trimestre ricavi netti a 160,4 milioni e aumento delle vendite sia in Italia che all’estero. Il patron: «Clienti sempre più attenti a sostenibilità»

Brunello Cucinelli ©Fabrizio Troccoli

«I clienti si mostrano sempre più attenti ai temi di “umana sostenibilità” e del legame dell’impresa con il territorio, con il cliente più giovane che non solo tiene in altissima considerazione il rispetto di queste tematiche, ma diventano esse stesse motivo di scelta e acquisto di un brand». È una delle considerazioni che fanno dire a Brunello Cucinelli che il suo «progetto di lunghissimo periodo» va nella direzione giusta, fatto confermato dai numeri del primo trimestre 2019.

I numeri Il Cda della Brunello Cucinelli spa ha analizzato i numeri da gennaio a marzo: ricavi netti a 160,4 milioni di euro, +8,1% a cambi correnti (+7,1% a cambi costanti) rispetto ai 148,3 milioni al 31 marzo 2018; aumento delle vendite nei mercati internazionali del 9%(Europa +8,7%, Nord America +9,2%, Greater China +12,7%, resto del mondo +6,4%), e nel mercato italiano pari al 4,2%; crescite in tutti i canali distributivi: retail +8,5%, monomarca wholesale normalizzato +6,4%, multimarca wholesale +9,8%.

«Non possiamo che essere molto, molto soddisfatti del principio d’anno della nostra azienda – commenta Brunello Cucinelli, presidente e amministratore delegato del’azienda di famiglia -, che ha proseguito in un lineare, solido e ponderato percorso di crescita in tutti i canali e mercati nei quali siamo presenti. Questo è quanto emerge dai molto buoni sell-out della collezione Primavera – Estate 2019. Sempre sostenendo una crescita costante ed equilibrata – prosegue -, ci stiamo affacciando a questo nuovo progetto “bambino” con entusiasmo, rispetto e misura». Infine le previsioni: «In considerazione dell’ottima raccolta ordini Autunno – Inverno 2019, sempre cercando di lavorare in serenità e armonia, immaginiamo di raggiungere i sani obiettivi di crescita dell’8%».

I progetti: Sartoria e Kids «Molto positivi» i feedback dei clienti e i primi risultati del progetto “Sartoria di Solomeo”, lanciato nella seconda parte dello scorso anno. E grande fiducia si respira per lo sviluppo del nuovo “progetto Kids”, «naturale ampliamento della nostra offerta ready to wear, con collezioni dedicate che esordiranno nella seconda parte dell’anno. Le nostre prime sensazioni, in fase di costruzione di collezione, sono molto positive, e crediamo di essere riusciti a trasferire quel gusto che ci caratterizza anche nella proposta “Kids”».

I commenti sono chiusi.