Quantcast
martedì 17 maggio - Aggiornato alle 03:36

Neve, crolla tenda e si spala per far uscire sfollati dai camper. Appennino: diverse frazioni isolate, viabilità critica

Due inglesi bloccati a Pescia (Norcia), da San Pellegrino: «Non arrivano spazzaneve». Problemi gravi a Pietralunga. Castello: due famiglie isolate a Scalocchio

neve-san-pellegrino-18-gennaio
Si spala per far uscire sfollati da camper

di Chiara Fabrizi e Ivano Porfiri

Allarme neve a Norcia, Appennino folignate e in Altotevere. Si moltiplicano i disagi nelle zone terremotate dell’Umbria, in particolare nella frazione di San Pellegrino mercoledì mattina alcuni sfollati segnalano a Umbria24 il crollo della tenda allestita nel campo di accoglienza dove dormiva, secondo la testimonianza, una sola persona che è stata spostata con la brandina nel tendone della mense. Problemi gravi vengono anche segnalati a Città di Castello e Pietralunga, alcune frazioni sono isolate con circa cento persone bloccate.

CAMIONISTA BLOCCATO DA 24 ORE
TRISUNGO SOTTO LA NEVE: FOTOGALLERY

SCUOLE CHIUSE: ECCO DOVE
LA SIBERIA DIETRO CASA: VIDEO

FOTOGALLERY: GUBBIO SOTTO LA NEVE
FOTOGALLERY: LA NEVE E I SOCCORSI A CITTA’ DI CASTELLO

Crolla tenda e si spala per far uscire sfollati dai camper A Norcia Criticità pesanti anche per gli sfollati alloggiati in camper. Sempre a San Pellegrino, frazione gravemente colpita sia dal sisma del 24 agosto che da quello del 30 ottobre, i militari dell’Esercito hanno dovuto armarsi di pala per far uscire le persone alloggiate nei mezzi. Nell’immagine gli uomini dell’Esercito stanno aprendo un varco per liberare Cecilia Amici, anziana simbolo della piccola frazione di Norcia. In base a quanto riferito dai residenti la neve ha compromesso anche la strada di collegamento con Norcia che risulta impraticabile e si attende l’intervento dei mezzi spazzaneve impegnati su tutto il territorio.  Isolate già da martedì le frazioni di Forsivo e Cortigno, nella prima vivono una dozzina di persone tutte in camper dopo la consegna dei mezzi noleggiati dal Comune di Norcia avvenuta domenica. Due persone di nazionalità inglese risultano isolate nella frazione di Pescia, dove stanno intervenendo i carabinieri col gatto delle nevi. A Civita di Cascia si è registrata una slavina sulla strada provinciale 476.

BUFERA AD ANNIFO (FOLIGNO): FOTOGALLERY E VIDEO
NORCIA SOTTO LA NEVE: FOTOGALLERY
VIDEO: NEVICATA A CITTA’ DI CASTELLO

Forte nevicata: viabilità in crisi Difficile la situazione, mercoledì mattina lungo tutta la dorsale. «La nevicata che sta interessando le zone appenniniche – scrive in una nota la Provincia di Perugia – in particolare Colfiorito, Annifo e la Valnerina, sta mettendo a dura prova la viabilità dei territori. Malgrado l’impegno di tutti i mezzi e personale dell’area Viabilità della Provincia di Perugia, che sono all’opera per garantire le condizioni minime di percorribilità, la Provincia di Perugia consiglia di limitare gli spostamenti e, ove necessario di utilizzare catene e pneumatici da neve come stabilito dalle apposte ordinanze».

Isolate due famiglie a Città di Castello Il mezzo spazzaneve al lavoro nel pomeriggio di martedì per raggiungere le due famiglie rimaste isolate nella zona di Scalocchio è arrivato a un chilometro di distanza dalla prima abitazione, per poi essere costretto a sospendere a causa dell’oscurità le operazioni di sgombero della strada di collegamento alla viabilità principale. La copiosa neve presente lungo il percorso particolarmente impervio che sale da Apecchio ha rallentato molto le operazioni di sgombero della carreggiata, che quindi riprenderanno domattina, anche in considerazione del fatto che la seconda abitazione si trova a 3-4 chilometri dalla prima. La sala operativa del Comune è in continuo contatto con i nuclei familiari, che stanno bene e non necessitano di provviste e altri generi di conforto, essendo abituati, e quindi preparati, a simili situazioni di emergenza. La situazione lungo la strada regionale Apecchiese si è normalizzata con il passare delle ore, grazie anche all’interruzione delle precipitazioni nevose. Raggiunte, invece, due famiglie residenti tra Bocca Serriola e Monte Maggiore che già martedì erano rimaste isolate. La neve che per tutta la notte è continuata a cadere ha di nuovo ricoperto i percorsi liberati meno di 24 ore prima, con accumuli che hanno raggiunto anche il metro e mezzo di altezza nelle zone più esposte al vento. Candeggio, Antirata, Fiume, Paterna e Vallurbana sono state le altre località dove le squadre operative hanno lavorato più intensamente per la presenza di neve, mentre le formazioni di ghiaccio hanno richiesto un intervento straordinario nella zona di Morra, a Muccignano, e nei pressi di Celle e Rovigliano. L’accesso alla strada statale Apecchiese è stato consentito di nuovo ai mezzi pesanti solo a partire dalle ore 12.30 di stamattina, dopo lo stop imposto nel pomeriggio di ieri per la presenza di ghiaccio sulla carreggiata.

Pietralunga: quattro frazioni isolate Il sindaco di Pietralunga Mirko Ceci segnala due strade provinciali completamente chiuse, la 106 e la 201, mentre la 194 per Gubbio è poco praticabile. Lo spazzaneve della Provincia è rimasto bloccato e dei privati stanno provando a liberarlo. «Quattro frazioni – dice Ceci a Umbria24 – sono completamente isolate con circa cento persone. Occorrono mezzi altrimenti la situazione non è risolvibile».

Seguono aggiornamenti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.