Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 8 febbraio - Aggiornato alle 05:40

Maltempo, frane e allagamenti al confine con le Marche: chiuse due statali

Pioggia e forti raffiche di vento creato problemi tra Città di Castello e Gubbio. Disagi più lievi nel Ternano

La frana sulla Flaminia a Scheggia e Pascelupo

Il maltempo è arrivato anche in Umbria nella notte tra mercoledì e giovedì e per tutta la giornata del 15 settembre su diverse zona dell’Umbria è prevista l’allerta arancione.

PIETRALUNGA ISOLATA

Chiuse due statali per frana e allagamento Intorno alle 20 Anas ha comunicato la chiusura al traffico di un tratto della statale Flaminia tra Cantiano (Pesaro Urbino) e Scheggia e Pascelupo (Perugia), precisamente tra il km 213 e il km 219, dove si è verificata una frana. Problemi anche sulla strada Della Contessa, ovvero la statale 452, ma in questo caso si tratta di un allagamento che si è verificato a Cantiano (Pesaro Urbino).

Colpite Perugia e Terni Ed è proprio nella fascia appenninica che si registrano il maggior numero di richieste di intervento per smottamenti, allagamenti, piante e rami pericolanti. Una sessantina gli interventi richiesti giovedì pomeriggio dai cittadini tra Trestina, Città di Castello, Gubbio e Gualdo Tadino. Raffiche di vento e piogge hanno colpito tra le 3 e le 4 la regione, senza però provocare particolari danni. Nella provincia di Terni i cittadini hanno richiesto una quindicina di interventi alle autorità per la rimozione di rami abbattuti dal vento o di piante rese pericolanti dalle forti raffiche che hanno soffiato sui comprensori di Orvieto, Narni e anche a Terni, con particolare riferimento alle zone di Sabbione e Collescipoli. Nel pomeriggio, invece,

Allerta arancione Il servizio Protezione civile ed emergenze della Regione Umbria ha emesso per la giornata giovedì un documento di allerta per rischio meteo-idrogeologico-idraulico, che decreta l’allerta arancione nelle zone di Alto Tevere, Trasimeno-Nestore, Chiascio-Topino, Nera-Corno e l’allerta giallo nelle zone del Chiani-Paglia e Medio Tevere.

«Raffiche di vento anche a 80 km/h» In una nota il Comune di Spoleto segnala che «il Centro funzionale decentrato di monitoraggio meteo-idrologico della Regione Umbria ha previsto raffiche che possono superare gli 80 km/h, oltre al rischio idrogeologico. Una situazione, questa, che «può provocare, da una parte, blackout elettrici e telefonici, caduta di alberi, cornicioni e tegole, danneggiamenti alle strutture provvisorie, problemi alla circolazione stradale e dall’altra possibili allagamenti localizzati, provvisoria interruzione della viabilità, scorrimento superficiale nelle sedi stradali urbane ed extraurbane ed eventuale innesco di locali smottamenti superficiali dei versanti», avvertono dal Comune di Spoleto, aggiungendo che «pertanto la Protezione civile raccomanda ai cittadini, sempre per la giornata di oggi, di limitare il più possibile gli spostamenti, di evitare passeggiate lungo strade alberate e, più in generale, in aree verdi o comunque vicine a strutture all’aperto (tensostrutture, impalcature, gazebo, strutture espositive o commerciali)».​

Amelia  Le squadre di intervento della Provincia di Terni si sono attivate stamattina prima dell’alba su alcune strade porovinciali per fronteggiare i danni causati dal forte maltempo che ha colpito gran parte del territorio. Tutta la rete stradale è attualmente aperta e la circolazione è regolare. Di prima mattina invece sulla SP 8 Amelia-Orte la Provincia aveva dovuto chiudere per circa due ore il transito veicolare a causa della caduta di una pianta secolare sulla carreggiata (QUI il video). La chiusura è durata il tempo necessario alla rimozione del grosso albero e alla bonifica delle carreggiata. Altri interventi di rilievo sono stati eseguiti all’alba nella zona di Montecchio dove le forti piogge avevano causato il riversamento di terriccio e fango sulle pavimentazioni stradali, in particolare fra Tordimonte e Canale. Le strade sono state tempestivamente ripulite, senza bisogno di chiusura e la circolazione veicolare è tuttora regolare. Il consigliere provinciale delegato alla viabilità sottolinea la decisione dell’ente di monitorare costantemente la situazione stradale, rimarcando il fatto che verificare in continuazione la situazione viaria permette di abbreviare sia i tempi degli interventi che quelli del ripristino delle normali condizioni di viabilità e sicurezza.

I commenti sono chiusi.