L’allenatore dei Grifoni Andrea Fabrizi

di Mauro Sedda

L’ultima con 16 punti, Perugia, contro la terzultima a quota 22, Latina. E’ lo scontro diretto in programma domenica al PalaEvangelisti, ore 18.00, e valido per la 36esima giornata del campionato di Divisione Nazionale A. Dopo l’ottima prestazione, nonostante la sconfitta, vista appena tre giorni orsono in quel di Matera, i Grifoni recuperano le energie e si apprestano ad affrontare tra le mura amiche la Benacquista.

Gli avversari Una squadra che, rispetto alla gara d’andata che vide trionfare i biancorossi, ha cambiato pelle, a partire dal coach. In panchina infatti Billeri ha sostituito Ferrari, dimessosi proprio dopo il k.o. contro i Grifoni, mentre in quintetto sono arrivati Canavesi e la guardia Carrizo. Tra gli avversari non ci sarà, però, Micevic che nel frattempo ha preso la via di Chieti. La compagine laziale è reduce dalle sconfitte per mano di Mirandola e Reggio Calabria e giungerà al PalaEvangelisti con una comprensibile voglia di riscatto. La banda allenata da Billeri ha nel già citato Carrizo il massimo realizzatore (oltre 20 punti a partita). Alle sue spalle c’è Canavesi che viaggia con una media di 12. Nel roster latinense spiccano anche Santolamazza e Milani. 13 infine sono le sconfitte raccolte lontano da casa dalla Benacquista, contro sole due vittorie.

Grinta e rabbia “Loro, come noi, lotteranno per la salvezza”, afferma il coach della Liomatic Fabrizi. “In questi mesi si sono molto rinforzati: Carrizo è un ottimo giocatore, Canavesi ha dato solidità sotto le plance. Ultimamente sembrano essere riusciti a trovare la giusta amalgama e credo che possano rappresentare la vera mina vagante dei play out”. Come sta Perugia? “Dobbiamo ritrovare la giusta serenità per affrontare qualsiasi avversario. Durante gran parte della stagione abbiamo dimostrato di poter ottenere buoni risultati. Sarà importante disputare queste ultime gare con la giusta coesione, grinta e rabbia agonistica messe in campo nell’ultima partita contro la Bawer”.