Quantcast
mercoledì 19 maggio - Aggiornato alle 04:04

Musica elettronica ad Umbria jazz, concerto 3D dei Kraftwerk all’arena per aprire il festival. Petrella al Morlacchi

Al Santa Giuliana la sola data estiva italiana della band tedesca tra performing art tridimensionale e techno pop. Il trombonista a teatro con il Trio 70’s

Kraftwerk durante il 3D Concert
Kraftwerk, un momento del 3D Concert

di Danilo Nardoni

Nel corso degli anni ogni sorta di genere musicale è via via comunque passato ad Umbria jazz. Ora anche la formazione per antonomasia della musica elettronica mondiale, i Kraftwerk, calcheranno il palco del main stage per aprire la 44/a edizione della manifestazione. Quella di Perugia, all’arena Santa Giuliana venerdì 7 luglio, è inoltre la sola data estiva in Italia della band tedesca. Non sono più quelli di inizio anni ‘70, vero. La formazione ha subito negli anni diverse mutazioni, per abbandoni, nuovi arrivi ed infortuni. Ma sono pur sempre i seminali Kraftwerk. Il primo giorno di Umbria jazz sarà anche nel segno di Gianluca Petrella e il suo Trio 70’s. Durante il concerto di mezzanotte al teatro Morlacchi, con il trombonista si sperimenterà ancora ma più sul versante consono al festival, tra jazz, funk e black music.

Concerto tridimensionale La storica band tedesca, che inventò il techno pop, aprirà quindi l’edizione 2017 con il suo più recente ed innovativo spettacolo in 3D. Kraftwerk 3D Concert è uno show che gira da parecchi anni in Europa e nel mondo, un art-show elettronico che incarna alla perfezione l’innovazione musicale e tecnica dei Kraftwerk, formazione che ha completamente rivoluzionato la musica moderna. Dopo i fortunatissimi tour dei concerti in 3D, i pionieri dell’elektro, saranno quindi per l’unica data estiva italiana anche ad Umbria Jazz. Mettendo insieme, e sullo stesso livello, musica e performing art tridimensionale, i concerti in 3D dei Kraftwerk si sviluppano come un vero Gesamtkunstwerk (espressione artistica totale). I quattro Kraftwerk (Fritz Hilpert, Henning Schmitz, Falk Grieffenhagen e Ralf Hütter, l’unico della formazione originale) sono disposti in fila con le loro tute che si illuminano anche e che fanno da cornice alle scenografie e alle canzoni: davanti a loro altrettante consolle, tra controller midi, machine e applicazioni software. Ritmi dance, techno, new wave da un lato e immagini dall’altro, andranno in scena quindi anche a Perugia per uno spettacolo avveniristico.

Kraftwerk – The Robots

Kraftwerk – Das Model

Attivi dal 1970 Il progetto multimediale Kraftwerk partì nel 1970 da Ralf Hütter e Florian Schneider, che nel loro Kling Klang Studio in Düsseldorf crearono e produssero tutti gli album, che dalla metà dei 70 si guadagnarono un riconoscimento internazionale per i rivoluzionari paesaggi sonori elettronici e la sperimentazione musicale con la robotica e altre innovazioni tecnologiche. Con la propria visione del futuro Kraftwerk ha creato la colonna sonora dell’era digitale del XXI secolo. Le loro composizioni, che fanno uso di tecniche innovative, voci sintetizzate e ritmi computerizzati, hanno avuto una grandissima influenza su molti generi: electro, hip hop, techno, synthpop. Per intenderci, se non ci fossero stati questi tedeschi i vari Giorgio Moroder, Depeche Mode o Daft Punk, per prendere alcuni rappresentati di varie componenti della scena musicale che li ha seguiti, forse non sarebbero nati.

Cofanetto speciale Quello del gruppo tedesco è uno spettacolo da non perdere quindi e che qualche mese fa è stato celebrato con un cofanetto speciale: un film e un disco live intitolati ‘3-D The Catalogue’. Una pubblicazione che racchiude le esecuzioni integrali dal vivo di otto album dei Kraftwerk, filmate sia in 2 che in 3D: Autobahn, Radioactivity, Trans Europe Express, The Man-Machine, Computer World, Techno Pop, The Mix e Tour De France.

I brani Nelle performance dal vivo Kraftwerk illustra la propria visione di musica e di società. Il concerto passa in rassegna, oltre ai i temi a loro più cari come l’unione tra uomo e macchina, l’innovazione tecnologica, il modernismo e il futuro vintage, anche i principali pezzi del gruppo. Questa la possibile scaletta, con le pietre miliari del sintetizzatore che sicuramente non mancheranno nel live di Perugia: Numbers, Computer World, Home Computer, Computer Love, Mini Calculateur, The Man Machine, Spacelab, The Model, Neon Lights, Autobahn, Airwaves, Geiger Counter / Radioactivity, Electric Café, The Telephone Call, Tour de France 1983, Tour de France Étape 1, Tour de France Étape 3, Chrono, Tour de France Étape 2, Trans Europe Express, Metal on Metal, The Robots, Aero Dynamik, Expo 2000 Boing Boom Tschak, Techno Pop, Music Non Stop.

Kraftwerk – The man machine

Petrella al Morlacchi L’avvio di Umbria jazz 2017 sarà anche nel segno di uno dei più talentuosi trombonisti al mondo. Gianluca Petrella si esibirà a mezzanotte al teatro Morlacchi con il suo Trio 70’s. Con Petrella e compagni, dopo il live dei Kraftwerk, si continuerà a sperimentare ancora. La scia seguita sarà però quella che guarda al jazz, funk e black music. Il Trio 70’s di Petrella è infatti un viaggio indietro nel tempo tra tinte acide e sonorità funk, con radici ben piantate nelle profondità viscerali della black music della metà del secolo scorso, per aprirsi e sfociare nella contemporaneità anche grazie a suoni digitali. Petrella (trombone, sampling, live electronics) abbraccia ed esplora oltre quarant’anni di musica per dar vita al progetto in trio con Michele Papadia (organo hammond, würlitzer, moog, live electronics), con il quale rinnovando un sodalizio ventennale, e il giovane talentuoso Stefano Tamborrino (batteria, percussioni, live electronics), ricercando equilibrio tra ricerca certosina e interpretazione estrema. Dal trombone di Petrella esce afrobeat, nujazz e hip hop, con incursioni nella musica elettronica e nel free, in un dialogo continuo e cerebrale con moog, hammond e percussioni. Una formazione ad alto tasso di libertà espressiva, divertente, creativa e carica di stimoli, per chiudere in bellezza la prima giornata di Umbria jazz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.