L'ospedale di Perugia (foto U24)

Il Tar dell’Umbria ha accolto il ricorso presentato dai sindacati dei medici Cimo e Aaroi-Emac, che considerano illegittima la deliberazione della giunta regionale che istituisce l’Unità di degenza infermieristica dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, attivata dal maggio 2015. La sentenza è stata depositata nella giornata di giovedì e con essa i giudici amministrativi spiegano che «il piano sanitario regionale non prevede l’Udi, dunque la sua istituzione con delibera del direttore generale dell’Azienda ospedaliera risulta illegittima». Secondo i sindacati questa decisione «costituisce un precedente unico nel panorama nazionale, avendo ritenuto – contrariamente a quanto sostenuto dalla Regione Umbria – detto modello organizzativo non conforme e anzi in contrasto con la normativa nazionale e regionale a tutela del diritto alla salute dell’individuo/paziente che richiede l’intervento coordinato (e non temporalmente disgiunto) del medico e dell’infermiere». Espressa la loro «soddisfazione» per la sentenza, i sindacati parlano di «grande rammarico per non essere stati ascoltati dalla Regione Umbria, come troppo spesso accade e di esser stati costretti a ricorrere al Tribunale amministrativo al fine di garantire e tutelare i percorsi assistenziali, nell’interesse della salute del cittadino e per la tutela delle professionalità tutte, quelle dei medici e degli infermieri».

 

Questo contenuto è libero e gratuito per tutti ma è stato realizzato anche grazie al contributo di chi ci ha sostenuti perché crede in una informazione accurata al servizio della nostra comunità. Se puoi fai la tua parte. Sostienici

Accettiamo pagamenti tramite carta di credito o Bonifico SEPA. Per donare inserisci l’importo, clicca il bottone Dona, scegli una modalità di pagamento e completa la procedura fornendo i dati richiesti.