martedì 25 giugno - Aggiornato alle 00:16

Grandi chef in Umbria: la ‘Stella’ Emanuele Mazzella dopo il Vespasia di Norcia sbarca ora al Nun di Assisi

Prima di cominciare la nuova avventura, questa eccellenza del panorama culinario italiano sarà protagonista di una cena imperdibile alla Società Anonima di Perugia

Lo chef Emanuele Mazzella

di Danilo Nardoni

Gennaio è solitamente periodo di calciomercato. A quanto pare in Umbria non solo per i calciatori. Anche per gli chef qualcosa di importante si è mosso, per un “mercato” più acceso che mai. Emanuele Mazzella, uno degli chef più talentosi che l’Umbria abbia avuto negli ultimi anni, dopo una breve pausa sta per tornare ai fornelli. Lo troveremo infatti a capo del progetto culinario del nuovo ristorante Eat del Relais Nun di Assisi. Tra le sue ultime esperienze da segnalare, dal 2014 al 2016, quella di Executive Chef al Relais & Chateaux Palazzo Seneca di Norcia presso il Ristorante Vespasia, che nel 2015 ha ottenuto 1 Stella Michelin. Insomma, per il Nun è arrivato “l’acquisto” del momento. Per rimanere in tema calcistico, come il passaggio di Cristiano Ronaldo alla Juventus.

Serata Prima di cominciare la nuova avventura, questa eccellenza indiscussa del panorama culinario italiano e non solo sarà protagonista di una cena imperdibile alla Società Anonima, in cui cucinerà con la brigata del locale di Perugia e realizzerà alcuni piatti da lui ideati. Appuntamento giovedì 17 gennaio dalle ore 20. Il menù sarà libero e i piatti svincolati da un percorso fisso (prenotazione consigliata, 075 5721899). Un evento da non perdere insomma e che profuma di “Stella”.

Cucina Nato ad Ischia nel 1982, Mazzella cresce in una famiglia con valori forti, ben radicata alle tradizioni, all’amore per la terra e ai suoi frutti. Da subito entra nel mondo del lavoro, grazie all’aiuto di grandi chef, in alcuni dei migliori ristoranti e hotel in Italia e all’estero, coltiva e fa crescere la sua idea di “cucina” e di qualità. Ad oggi è uno chef che interpreta al meglio la tradizione in chiave moderna grazie alla ricerca costante e al rispetto di ingredienti sani, legati al territorio in cui opera e alla loro stagionalità, che uniti ai sapori e ai profumi delle sue origini ischitane, creano un perfetto connubio: tra gusto ed estetica, tra la tradizione campana e quella umbra.

Stella Nel dicembre 2015 arriva l’ambita Stella Michelin conquistata al Vespasia di Norcia, che si aggiunge ai numerosi altri riconoscimenti. Qui ha interrotto la sua collaborazione un anno fa ed ora il suo percorso lo ha portato fino all’Eat del Nun di Assisi che potrà quindi godere della sua cucina. Una nuova tappa per la sua carriera che darà certamente linfa, anche stavolta, a tutta la ristorazione della regione. In attesa, perché no, di nuove stelle.

I commenti sono chiusi.