domenica 19 gennaio - Aggiornato alle 04:25

Start up nell’agricoltura con i migranti: ecco il progetto ‘Capitale Rifugiato’

La presentazione a Perugia: come funziona, a chi è rivolto, le possibilità di finanziamento e tutti i particolari sull’iniziativa

Migranti protagonisti di start up nel mondo agricolo. E’ quello che si propone il progetto ‘Capitale Rifugiato’ rivolto alle persone titolari di protezione internazionale. Il progetto “Capitale Rifugiato” è promosso da Arci in collaborazione con Altra Qualità e finanziato dalla presidenza del Consiglio con il fondo dell’otto per mille devoluto dai cittadini alla diretta gestione statale per l’anno 2016. Il Progetto sostiene lo start up di imprese costituite da migranti titolari di protezione internazionale (Tpi) nell’ambito dei servizi e dell’agricoltura. Sarà attuato localmente dal comitato territoriale dell’Arci di Perugia e a partire da 01/07/2019 saranno aperte le iscrizioni. Prevede due moduli formativi, un accompagnamento alla elaborazione del progetto d’impresa e la selezione di almeno due idee imprenditoriali potenzialmente di successo a cui destinare un accompagnamento specifico edun contributo per l’avvio dell’impresa. Per tutta la durata del progetto sarà attivo uno sportello territoriale di help-desk che supporterà i candidati nell’elaborazione del curriculum vitae e fungerà da raccordo con gli esperti e professionisti coinvolti nei percorsi di accompagnamento allo sviluppo dell’attività imprenditoriale. Le idee di impresa selezionate riceveranno attraverso Banca Etica un contributo economico per l’avvio dell’attività, l’assistenza e il supporto per l’eventuale accesso al credito bancario (microcredito). Il finanziamento previsto è vincolato all’acquisto dei materiali e al pagamento del canone d’affitto dei locali qualora ce ne fosse bisogno. “Capitale rifugiato” sarà presentato al pubblico a Perugia il 28/06/2019 alle ore 11.00 al Cinema Méliès, Casa dell’Associazionismo, Via della Viola n.1

Per Contatti: [email protected], 075-9070887.

 

I commenti sono chiusi.