giovedì 27 giugno - Aggiornato alle 02:30

Inverno tra i più secchi e caldi degli ultimi 20: ha piovuto metà dell’anno scorso

Dei 154 millimetri caduti sul capoluogo 59 in un solo giorno. Oltre un mese quasi senza una goccia Interattivo: i dati dal 2000 a oggi

©Fabrizio Troccoli

di Ivano Porfiri

Ventisette giorni piovosi, uno ogni tre circa, per un totale di 154 millimetri di pioggia caduti fanno dell’inverno perugino appena trascorso uno dei più siccitosi degli ultimi 20 anni. Una stagione che, contemporaneamente, è stata anche tra le più miti. È quanto emerge dai dati raccolti dal Servizio idrografico della Regione Umbria nella stazione di Perugia Santa Giuliana ed elaborati da Umbria24. Per fortuna aprile, almeno, sembra far sperare una primavera migliore.

I DATI DEGLI ULTIMI 70 ANNI

Poca pioggia A salvare la “faccia” dell’inverno 2018/2019 a Perugia è stata una giornata: il 2 febbraio quando sul capoluogo sono caduti quasi 59 millimetri di pioggia tutti nell’arco di 24 ore. Quel sabato è stato di gran lunga il giorno più bagnato se si pensa che il 13 marzo, secondo giorno per precipitazioni, ha visto cadere appena 18 millimetri. Il grafico interattivo elaborato da Umbria24, mostra lunghi periodi con pioggia pari quasi a zero. Dal 21 dicembre al 10 gennaio, ad esempio, sono caduti a terra la miseria di 0,60 millimetri per di più suddivisi in tre diversi giorni. E, ancora, nel mese che va dal 4 febbraio al 10 marzo, sono stati registrati solo 0,20 millimetri l’8 marzo e 0,40 due giorni dopo. Non fosse per i primi tre giorni del mese, febbraio sarebbe stato uno dei più siccitosi della storia. Veri e propri periodi “umidi” sono stati essenzialmente due: uno più prolungato dal 17 gennaio al 3 marzo e uno più breve dall’11 al 19 marzo.

Interattivo: che tempo c’era quando sei nato?

Ultimi 20 anni Passando ai paragoni con gli inverni a partire dal 2000, l’ultimo è stato il quarto più secco, dopo quello 2001-02 quando si toccò il record negativo di soli 93,4 millimetri, 2011-12 e 2016-17. Stesso posizionamento e stessi anni per ciò che riguarda il numero dei giorni di pioggia. Il confronto con lo scorso anno, poi, è impietoso: ha piovuto meno della metà dei 332 millimetri (ripartiti in 44 gioni) dell’inverno 2017-18. Ma l’inverno più bagnato fu quello 2009-10 con ben 394,4 millimetri in 55 giorni di pioggia.

Sempre più caldo Passando alle temperature, torna sempre il discorso dei cambiamenti climatici, anche se il trend va visto su periodi medio-lunghi più che sulle singole annate. Ad ogni modo, l’ultimo inverno ha fatto registrare una temperatura media (la media delle medie giornaliere) di 7,2 gradi. Tra le più calde del ventennio anche se non ai livelli dei 9,2 gradi dell’inverno 2006-07 o degli 8,7 di quello 2013-14.

Passa col cursore sui grafici per evidenziare i dati di quel singolo giorno oppure di quel singolo anno (Fonte: Servizio idrografico Regione Umbria – Elaborazione: Ivano Porfiri)

I commenti sono chiusi.