Quantcast
venerdì 21 gennaio - Aggiornato alle 22:24

Città di Castello, miss Umbria e la mamma-coraggio per l’Albero del volontariato

Oltre 50 associazioni per il taglio del nastro. Silvana Benigno ha mostrato il calendario con i sorrisi ‘anti-cancro’

Miss Umbria Monica Bartolucci e Silvana Benigno

Il freddo polare non frena la solidarietà. Cinquanta associazioni provenienti anche da fuori regione, Miss Umbria, Monica Bartolucci e la “mamma coraggio”, Silvana Benigno, con il suo calendario del sorriso a favore della ricerca contro il cancro hanno preso parte all’inaugurazione dell’Albero del Volontariato” che è il nome della manifestazione, organizzata dal Comune di Città di Castello e dallo sportello tifernate del Cesvol di Perugia, che si svolge ogni anno la seconda domenica di dicembre nel centro di Città di Castello.

Comunità solidale «Solidale, fortemente rivolto agli altri intesi come propria comunità e perciò radicato e capillarmente presente nella nostra realtà». Cosi il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore Riccardo Carletti, hanno più volte sottolineato «la specificità del volontariato a Città di Castello che anche per quest’anno in prossimità del Natale è presente nel centro storico con “L’Albero del Volontariato” che costituisce una sorta di rappresentazione pubblica di “quanto ampia e diffusa, oltre che efficace nei risultati conseguiti, questa realtà associazionistica tifernate». «Il fatto di essere arrivati ad edizioni con un crescendo di partecipanti e di successo – sottolineano ancora Bacchetta e Carletti – sta a significare quanto questo evento sia entrato nel cuore dei tifernati che oltre a compiere un piccolo, grande gesto di solidarietà, hanno anche l’opportunità di conoscere direttamente tanti, moltissimi concittadini che s’impegnano quotidianamente per il bene comune».

Miss Umbria e il ‘mamma coraggio’ Al taglio del nastro anche Monica Bartolucci, Miss Umbria. «Tutti a vari livelli – ha detto – dobbiamo e possiamo dare il nostro contributo alla solidarietà attraverso manifestazioni come quella di oggi che riescono a mettere in rete associazioni e volontari anche giovanissimi che sono la vera forza della comunità locale. Sono contenta di essere qui accanto a loro». Fra le foto di rito, una in particolare di grande significato ha catturato l’attenzione dei presenti, quella con Silvana Benigno, (48enne siciliana da circa 20 anni residente in Altotevere, coniugata e madre di una ragazza di 17 anni, che da 2 anni sta lottando contro il cancro), che presenta il suo calendario 2018, il ricavato della cui vendita sarà devoluto per il sostegno dei progetti di ricerca e cura della Fondazione IEO-CCM: un messaggio di lotta, speranza e sensibilizzazione per la ricerca contro il cancro attraverso un calendario che la ritrae mese dopo mese, stagione dopo stagione, in tutti i percorsi e momenti recenti della propria vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.