martedì 31 marzo - Aggiornato alle 01:34

Terni, la scherma dei ‘master’ aiuta anche il turismo: oltre 600 in pedana

L’evento sportivo organizzato dal Circolo Scherma Terni strumento di promozione del territorio

di Lor. Pul.

Oltre 600 partecipanti alla 4° prova nazionale master di scherma che si è svolta il 15-16 febbraio al Palatennistavolo Aldo De Santis. L’evento organizzato dal Circolo Scherma Terni è stato soprattutto un grande successo dal punto di vista della promozione del territorio. Impegnati nelle gare ma anche attratti dai pacchetti turistici spadisti, fiorettisti e sciabolatori grazie alla presenza fissa al Pala De Santis del presidio del DIT per tutto il periodo delle gare.

FOTOGALLERY

«Oltre alla soddisfazione percepita direttamente dalle singole visite realizzate dagli ospiti – spiega una nota del DIT – di particolare rilevanza è stato l’interesse manifestato nel voler tornare per approfondire e scoprire ulteriori tesori nascosti, come per esempio provare l’esperienza dei cammini dei Protormartiri Francescani». Molti hanno ammesso di conoscere Terni solo come città dell’acciaio, ma grazie all’evento sono rimasti colpiti dalle bellezze turistiche delle quali è ricca. Un ruolo importante, ovviamente, è stato giocato dai tanti eventi ‘Valentiniani’ grazie al periodo di celebrazione della festa patronale.

In pedana gli atleti e le atlete del Circolo Scherma Terni che giocavano in casa si sono fatti rispettare. Primo posto per Marianna Attili nel fioretto femminile categoria 1, Alessandro Picchi nel fioretto maschile categoria 0, Fabio Di Russo nel fioretto maschile categoria 2. Sul secondo gradino del podio invece Elena Benucci nel fioretto femminile categoria 2, Francesco Tiberi nel fioretto maschile categoria 3, Raffaello Battaglini nella sciabola maschile categoria 0 e Barbara Capoccia nella spada categoria 0. Terzo Arrigo Fasoli nella spada maschile categoria 1. Ai risultati ‘da podio’ si aggiunge il quinto posto da Matteo Sabatini nella sciabola maschile categoria 0. Nella spada ottavo Giuseppe De Stasio, nono Alessandro Bartoli, decimo Jacopo Serva. Tra gli altri del Circolo Scherma Terni in pedana al Pala De Santis Francesco Fuccelli (14°), Marco Posati (18°), Juri Saleppico (19°), Stefano Pangrazi (28°), Danilo Pernini (33°) ed Emanuele Squizza (55°) nella spada maschile e Mariella Agri (19°) nella spada femminile.

Soddisfatto il presidente del Circolo Scherma Terni, Alberto Tiberi: «Questo tipo di gara rappresenta un vero e proprio motivo di viaggio per atleti di una certa età che nella maggior parte dei casi sono professionisti di alto livello che possono generare ricadute molto positive che vanno dall’aumento della visibilità turistica, alla fidelizzazione dei visitatori. L’offerta turistica e la cultura dell’accoglienza, tipica della città di Terni, sono state particolarmente apprezzate. Abbiamo creduto in questa sfida, ovvero creare attraverso lo sport un indotto economico e commerciale che va dal soggiorno degli ospiti, alle visite sul territorio fino all’acquisto dei prodotti tipici che hanno riscosso grande successo».

I commenti sono chiusi.