Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 9 maggio - Aggiornato alle 12:42

Ternana-Juve Stabia 3-4, Fere sconfitte in casa nell’ultimo match

Finale di stagione dolce-amaro tra una promozione in B conquistata in largo anticipo e gli errori collezionati in 90 minuti

Foto archivio

Di poco conto la sconfitta nell’ultima giornata quando hai già stravinto il campionato, ma il finale di stagione contro la Juve Stabia, è innegabile, è amarognolo per Lucarelli e suoi.

LA FESTA DEI TIFOSI PRIMA DELLA GARA

Fere Il primo tempo si chiude sul punteggio di 1 a 0 in favore degli ospiti e oltre al gol da segnalare lo stop di Paghera per un problema alla caviglia dopo 20 giri di cronomentro quando Lucarelli getta nella mischia Suagher, ma soprattutto il mancato appuntamento dekla Ternana col gol: alla mezz’ora le Fere conquistano un calcio di rigore. Per un fallo in area l’arbitro Costanza indica il dischetto stoppando Vantaggiato in azione che nel frattempo l’aveva buttata dentro. Sarebbe stato il gol dell’uno pari. Dagli 11 metri Falletti trova la parata di Russo. Per i rossoverdi si mette male e non c’è più modo di andare in gol fino allo scadere del tempo.

Ternana Al rientro dagli spogliatoi, trascorrono altri 14 minuti prima che la Ternana riesca ad agguantare il temporaneo pareggio. A siglare l’1-1 è Suagher ma la Juve Stabia replica immediatamente: al 17′ gli ospiti passano nuovamente in vantaggio: a depositare in rete è Orlando per il 2-1. Al 29′ complice un errore del portiere Russo, la Ternana riapre il match portandosi in vantaggio con Raicevic. È 3-2 al Liberati, ma dura poco: al 41′ Salzano regala un rigore all’avversario e Berardocco dal dischetto non sbaglia. Al 47′ ecco che la Ternana chiude malissimo: autorete di Salzano e la Juve Stabia batte le Fere per 4-3.

I commenti sono chiusi.