Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 7 maggio - Aggiornato alle 22:01

Striscioni in città, la tifoseria del Perugia attacca ferocemente Santopadre

In vari angoli e quartieri del capoluogo apparsi drappi di contestazione nei confronti del presidente biancorosso

Si fa sempre più decisa la protesta dei tifosi del Perugia nei confronti del presidente Massimiliano Santopadre. Oltre agli striscioni che nelle ultime settimane, frequentemente, hanno campeggiato appesi ai cancelli al di sotto della curva Nord, da sempre cuore pulsante della tifoseria biancorossa, nelle ultime ore vari drappi sono comparsi in diversi angoli della città. Segnale tangibile di come il malcontento nei confronti del massimo dirigente perugino, in particolar modo dopo l’amara retrocessione in serie C, sia una costante di questo periodo e non solo. Anzi, di come stia raggiungendo un picco mai raggiunto in passato. Alla rotonda dei Rimbocchi, così come a Fontivegge, davanti allo stabilimento della Perugina e in zona Santa Lucia sono stati appesi striscioni di protesta tutti con il comune denominatore: disapprovazione nei confronti del timoniere dell’attuale società. Così come in tanti altri punti della città, da piazza IV novembre al Santa Giuliana. Intanto sul campo il Perugia si sta preparando alla sfida casalinga di domenica al Curi contro il Carpi (ore 15), i Grifoni sono terzi in classifica a -7 dal Padova capolista ma con una partita da recuperare.

I commenti sono chiusi.