Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 7 dicembre - Aggiornato alle 16:51

Subbuteo, quando la passione per il calcio incontra il gioco da tavolo

Non solo per adulti, passatempo anche per giovanissimi: a Terni un club iscritto al circuito Waspa

 

di G.M.G.

Un tavolo verde di un metro per un metro e mezzo, 22 uomini in miniatura divisi in 2 squadre, una sfera e tanta inventiva sono gli accessori principali per far rinascere la magia del calcio in miniatura; il Subbuteo. Il gioco, nato nel 1947 in Gran Bretagna da una brillante idea dell’ornitologo Peter Adolph, si gioca colpendo gli ‘uomini’ con la punta del dito cercando di riprodurre una vera e propria partita di calcio. Ci vuole precisione, sangue freddo, tattica e conoscenza delle regole per essere un buon giocatore e osare colpi da maestro. A questa attività sono legati i ricordi di molti appassionati che erano ragazzi negli anni ottanta, proprio come Marco Perotti, classe 1980 fondatore e giocatore del Subbuteo club Ternana dove è possibile allenarsi e partecipare a campionati interni amatoriali.

Waspa Il club è iscritto al circuito Waspa (World amateur subbuteo players association) creato per unire i giocatori che possono definirsi appassionati alle prime armi, e che quindi possono organizzare tornei ed incontri tra i giocatori a livello regionale, nazionale e internazionale. I partecipanti del club fondato da Perotti, contano di 9 tesserati Fisct (Federazione italiana sportiva calcio tavolo) che praticano l’attività agonistica del calcio da tavolo. Questi – che hanno età compresa tra i 40 e i 60 anni – rappresentano la punta di diamante del club; tuttavia, il fondatore dichiara di voler coinvolgere più giovanissimi in questa attività. «I ragazzi, infatti – commenta Perotti – non sono particolarmente interessati in quanto con l’avanzamento della tecnologia, i videogiochi elettronici hanno soppiantato le sfide sul tavolo verde». Per questo nel 2019 è nata una scuola di Subbuteo per ragazzi dai 12 ai 18 anni presso l’oratorio del Duomo di Terni. «L’intento – continua Perotti – è creare un ambiente divertente e spensierato per i ragazzi dove possano socializzare, mettersi in competizione reale tra loro, imparare il rispetto per le regole e per gli altri, cosa impossibile nel mondo virtuale». In un tempo in cui la maggior parte delle attività ludiche è collegata al mondo virtuale, il Subbuteo rappresenta un’interessante alternativa per i giovani, ideale per interagire e confrontarsi tra di loro. Per partecipare a questi eventi è necessario un’iscrizione al Subbuteo club Ternana, che ha sede presso la polisportiva Boccaporco in via Ippocrate 8.

I commenti sono chiusi.