Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 1 marzo - Aggiornato alle 23:24

Podismo, la Fidal omologa il percorso all’interno della Riserva Unesco del Peglia

Grande soddisfazione del presidente Paola per il riconoscimento al Mabtrail ‘Le vie del Peglia’

I boschi del Monte Peglia

Approvato dalla Federazione italiana di atletica leggera il percorso podistico nazionale e internazionale della Riserva mondiale della Biosfera Unesco del Monte Peglia. Lo comunicano con una nota congiunta la Fidal e la stessa riserva. Il percorso si realizza mediante l’attraversamento di strade e sentieri già percorribili ha lunghezza pari a quella della maratona olimpica e viene dalla Riserva denominato Mabtrail “Le Vie del Peglia”.

«L’istituzione di un percorso podistico nazionale e internazionale all’interno di una Riserva – sottolinea il presidente Francesco Paola – favorisce valorizzazioni di sistema e la promozione di vari altri progetti, ad esempio nei settori del turismo e dei prodotti sostenibili, della valorizzazione e promozione della dieta mediterranea Italiana patrimonio immateriale dell’Unesco, così come favorisce la diffusione di modelli e idee sostenibili e la necessaria consapevolezza dell’importanza delle strategie sul clima in una Riserva mondiale che ha assunto quale obiettivo primario quello di cooperare all’attuazione dell’Accordo di Parigi sul Clima e anche della promozione e diffusione dei modelli di prevenzione nuovi richiesti dai mutamenti climatici e dalle ricadute che essi hanno anche sulla salute umana». «Siamo convinti – aggiunge Paola – che l’istituzione del percorso podistico nazionale e internazionale possa anche contribuire alla coesione nazionale e internazionale su tali temi strategici ed essenziali, essendo stato istituito in una Riserva mondiale della Biosfera Unesco considerata modello esemplare ai fini dell’attuazione delle strategie sul clima così come ha evidenziato l’Ambasciatore di Francia Christian Masset nella visita effettuata nel Quinto Anniversario dell’Accordo sul Clima di Parigi».

Elemento di coesione La Riserva ringrazia la Fidal, l’Agenzia forestale regionale e in modo particolare anche il Prefetto di Terni, Emilio Dario Sensi «per il suo sostegno alla realizzazione del progetto del quale ha posto in evidenza che il percorso nazionale e internazionale per come articolato all’interno della Riserva mondiale della Biosfera Unesco del Monte Peglia e zone limitrofe a seguito della meritevole cooperazione tra l’Associazione Monte Peglia per l’Unesco soggetto gestore della Riserva e la Federazione italiana di atletica leggera, possa realmente contribuire alla coesione nazionale e internazionale, alla diffusione di modelli sostenibili ed alla valorizzazione di sistema di elevato livello in attuazione del Piano di Gestione della Riserva mondiale».

I commenti sono chiusi.