mercoledì 23 ottobre - Aggiornato alle 04:28

Perugia al debutto, Oddo: «Reattivi come in Coppa»

Domenica sera si parte, al Curi c’è il Chievo: «Modulo? Lavoriamo su dei concetti. Buonaiuto e Melchiorri? Ho molte alternative»

Mister Oddo allenatore del Perugia ©️Fabrizio Troccoli

di D.S.

«Arriviamo bene a questo incontro, si è creato l’entusiasmo che serve per partire bene in campionato anche grazie alle due vittorie in Coppa Italia. Ciò non significa che contro il Chievo sarà una passeggiata, la prima giornata è sempre un’incognita quindi dovremo badare poco a chi abbiamo davanti ma fare una partita sulla base di quelle che sono le nostre convinzioni». E’ un Massimo Oddo molto sereno quello che descrive la vigilia del debutto in campionato, in programma domenica sera alle 21 al Curi contro i clivensi. «Il modulo? Lavoriamo in realtà di più su dei concetti di gioco, la partita magari porta a fare cose diverse da quelle che si pensano. Abbiamo una rosa molto eclettica, tanti giocatori possono interpretare diversi ruoli e non ho problemi da questo punto di vista. L’incidente di Melchiorri? Tanto spavento, ma sarà a disposizione, fino all’ultimo momento posso cambiare idea sulla formazione ma sicuramente manderò in campo l’undici che credo possa darmi più garanzie». Anche Angella sarà a disposizione, potrebbe debuttare dal 1′. «Sta bene, in difesa abbiamo quattro centrali al momento di sicuro Gyomber, Sgarbi e Angella si giocano le due maglie da titolari». Focus sull’avversario, «il Chievo ha dei giocatori di serie A, un organico di tutto rispetto, ma se saremo pronti e reattivi come dimostrato nelle partite di Coppa il compito sarà agevolato, ma la cosa fondamentale e che dico sempre ai giocatori prima delle partite, è che non sempre vince chi gioca meglio ma chi dà il massimo in campo». L’obiettivo di questo Grifo? «L’ho detto più volte, in questo momento il nostro primo obiettivo è quello di creare entusiasmo e non pensare ad altro, inutile dire prima, seconda o terza fascia… Perché ci sono troppe incognite, di sicuro l’entusiasmo è la base fondamentale per lavorare bene, e se si crea significa che si gioca bene e si vince».

La formazione Sarà assente Kouan squalificato, per il resto al di là dei dubbi paventati da Oddo, l’undici anti-Chievo difficilmente si discosterà molto da quello che ha battuto il Brescia in Coppa Italia. In attacco Buonaiuto potrebbe partire titolare al posto di Capone, per il resto in difesa Sgarbi sembra favorito su Angella. Quindi l’undici potrebbe essere il seguente: Vicario, Rosi, Gyomber, Sgarbi, Di Chiara, Falzerano, Carraro, Dragomir, Fernandes, Buonaiuto e Iemmello.

I commenti sono chiusi.