Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 12 giugno - Aggiornato alle 20:51

Maratona delle Acque, 500 atleti al via: «C’è grande voglia di ripartire»

Domenica 13 giugno la 43esima edizione dell’evento Acea, dopo lo stop dell’anno scorso causa Covid. Iscrizioni aperte fino a venerdì 11

di Massimo Colonna

«Abbiamo riscontrato tanta voglia di ripartire e di tornare a confrontarsi sportivamente. Questo ci fa ben sperare». Cinquecento atleti attesi domenica 13 giugno ai blocchi di partenza della 43esima ‘Acea Ambiente – Maratona delle Acque’. Parte così il conto alla rovescia per la gara podistica più longeva del territorio, dopo un anno di stop a causa dell’emergenza Covid.

L’evento La presentazione ufficiale della manifestazione si è tenuta martedì nella sede degli storici organizzatori, la Amatori Podistica Terni. Presenti, insieme al presidente Luca Moriconi, l’assessore allo Sport Elena Proietti, il delegato provinciale Coni Fabio Moscatelli e l’amministratore delegato del Distretto Integrato Turistico, Leonardo Troiani. In collegamento telefonico il presidente della Fidal Stefano Mei, il quale ha salutato organizzatori e atleti, promettendo poi la sua presenza a febbraio in occasione di un altro attesissimo appuntamento, quello con la Maratona di San Valentino.

Il programma Il programma inizierà sabato con l’apertura dello spazio expo nella sede dell’Amatori Podistica Terni dalle 15. Domenica si inizia alle 8 con il raduno al camposcuola di via Prati, mentre la partenza della gara sarà alle 9:30 da Piazza Tacito. Le premiazioni si svolgeranno a partire dalle 11. La gara prevede percorsi competitivi e non competitivi da 20,5 e 7 chilometri. Il tracciato è impegnativo con un importante dislivello nella prima metà, per poi arrivare alla Cascata delle Marmore e alla discesa della seconda parte del percorso. La gara di 7 chilometri finisce proprio davanti alla Cascata. Per i bimbi sono previsti mini percorsi all’interno del camposcuola Casagrande.

L’importanza dello sport «È un evento speciale per chi partecipa – dice il numero uno di Apt, Moriconi – perché in pochi possono vantare di poter passare attraverso un ambiente unico come il parco della Cascata delle Marmore. È speciale anche per noi perché segna un momento di ripartenza. L’anno scorso, per la prima volta dopo più di 40 anni, abbiamo dovuto annullare la manifestazione. Anche per quest’anno c’era grande incertezza ma siamo riusciti comunque a richiamare un bel numero di atleti, circa 500 in totale da diverse regioni come Toscana, Marche, Emilia Romagna, Veneto e Lombardia. Abbiamo affidato l’organizzazione dell’accoglienza al Dit, con cui collaboriamo da anni». L’assessore Proietti ha rimarcato l’importanza dello sport per la città, che ha «un impatto sul tessuto economico di Terni, incidendo per un 8-9 per cento sul nostro Pil, rispetto al 4 per cento nazionale. In Comune siamo sempre all’ascolto delle esigenze di associazioni e atleti».

 

I commenti sono chiusi.