mercoledì 7 dicembre - Aggiornato alle 18:53

Giro d’Italia in Umbria, Dumoulin domina crono del Sagrantino: è la nuova maglia rosa

Da Foligno a Montefalco: Festa sul tracciato – Chi corre e chi mangia – Miss in rosa – VIdeo percorso  Montefalco in rosa  Intervista Capecchi Intervista Puccio A Nibali

Tom Dumoulin che vinse la Crono del Sagrantino conquistando anche la maglia Rosa. Ha vinto poi il Giro 2017 (Foto F.Troccoli)
Notizie Principali
12:45 - Parte la crono con Matteo Pelucchi
16:24 - Partita maglia rosa Quintana
17:18 - Tom Dumoulin vince ed è la nuova maglia rosa
Notizie Live
Ore 17:29

Intervista a Vincenzo Nibali: VIDEO

Ore 17:18

Arriva Nairo Quintana con il tempo di 53’30” a 2’53” da Tom Dumoulin che ora è quindi ufficialmente la nuova maglia rosa

Ore 17:09

Tom Dumoulin chiude a 50’37” sbaragliando tutti: per lui ci sarà la maglia rosa

Ore 17:05

Nibali arriva con 52’44” e si piazza quinto parziale: ottima prova dello Squalo

Ore 16:55

Jungels:

Ore 16:52

Dumoulin nettamente in testa anche al secondo intermedio

Ore 16:44

Bob Jungels arriva e si piazza al secondo posto. Intanto Dumoulin è già maglia rosa virtuale

Ore 16:38

Intervista a Capecchi: VIDEO

Intervista a Puccio: VIDEO

Ore 16:35

All’intermedio di Bastardo Dumoulin è nettamente primo, Quintana a 48 secondi. In ritardo anche Nibali

Ore 16:31

Taglia il traguardo il britannico Geraint Thomas che balza nettamente al comando

Ore 16:21

Partita la maglia rosa Nairo ‘Condor’ Quintana

Ore 16:21

Nibali arriva lungo su una curva nella prima parte e perde secondi preziosi, mentre l’olandese Jungels sta letteralmente volando

Ore 16:18

Partiti il favorito nr.1 della Crono del Sagrantino, l’olandese Tom Dumoulin e il secondo in classifica Thibaut Pinot

Ore 16:14

Taglia il traguardo il montefalchese d’adozione Valerio Conti

Ore 16:12

Bolgia per Vincenzo Nibali, lo Squalo di Messina e campionissimo amato dagli italiani

Ore 16:09

Parte Domenico Pozzovivo, lucano che conosce molto bene queste strade anche in virtù del grande rapporto di amicizia che lo lega a Fortunato Baliani, ex pro umbro

Ore 15:56

Classifica provvisoria: Leon Sanchez (Spa) 52’17”. 2) Kiryenka (Blr) a 20”. 3) Tratnik (Slo) a 33”

Ore 15:41

Tagliano il traguardo l’umbro Eros Capecchi con 56’48” e l’umbro di adozione Salvatore Puccio con 54’15”. Intanto passa in vetta Luis Leon Sanchez

Ore 15:40

La crono tutta umbra Foligno-Montefalco nel Giro 100 è anche occasione per ricordare la cronometro più lunga della storia del Giro d’Italia: la Perugia-Terni del 1951 di 81 km

Ore 14:31

Applausi alla partenza di Valerio Conti, montefalchese d’adozione

Ore 15:28

Classifica provvisoria: 1) Kiryenka 52’37”. 2) Tratnik (Slo) a 10”. 3) Van Emden (Ned) a 18”

Ore 15:20

Resiste ancora il crono di Vasil Kiryenka, in passato campione del mondo a cronometro

Ore 15:00

Montefalco si tinge di rosa: FOTOGALLERY

Ore 14:51

Grandissimi incitamenti alla partenza di Salvatore Puccio, siciliano del Team Sky ma petrignanese d’adozione

Ore 14:50

Il bielorusso Kiryenka, malgrado una scivolata a 300 metri dal traguardo, nuovo leader con il tempo di 52’37”

Ore 14:45

Grandi applausi in piazza della Repubblica a Foligno alla partenza del castiglionese Eros Capecchi

Ore 14:32

Brutta caduta per il russo Pavel Brutt costretto al ritiro

Ore 14:27

Taglia il traguardo il campione d’Italia Manuel Quinziato, quarto ad 1′ 44” dal leader. Classifica provvisoria: 1) Barta (Cze): 53’13. 2) Bialoblocki (Pol) a 34”. 3) Keizer (Ned) a 1′ 4”

Ore 14:25

La bellezza delle miss accompagna la carovana rosa: FOTOGALLERY

Ore 14:19

Allegria e colore lungo il tracciato: VIDEO

Ore 14:15

Resiste ancora il miglior tempo del ceko Barta: 53’13”

Ore 14:02

Ai piedi di Bastardo, punto massimo di discesa, impressionante picco di velocità fatto registrare dal ceko Barta: 90.12 kh/h

Ore 14:00

Al primo intertempo di Bevagna nuovo miglior tempo del bielorusso Vasil Kiryenka: 10′ 40”

Ore 13:52

Alex Zanardi

Ore 13:47

Primo a tagliare il traguardo è il polacco Bialoblocki: 53’51”

Ore 13:40

al secondo intertempo di Bastardo per il momento il miglior crono e’ del ceko Jan Barta: 32’54”

Ore 13:25

Velocissima la media oraria fatta registrare al primo intertempo di Bevagna: oltre 54 km/h

Ore 13:20

In corso la Crono del Sagrantino. L’umbro Eros Capecchi, di Castiglione del Lago, partira’ alle 14.41. Alle 14.50 il petrignanese d’adozione Salvatore Puccio ed alle 15.30 scattera’ Valerio Conti, beniamino montefalchese (nonno di Montefalco).

Ore 13:10

Tifo e passione lungo il percorso: guarda la fotogallery: http://www.umbria24.it/fotogallery/giro-ditalia-foligno-montefalco

Ore 13:04

Scivolata del polacco Marcin Bialoblocki che però si è prontamente ripreso

Ore 12:45

Scattata ufficialmente la Crono del Sagrantino, primo ad alzarsi sui pedali Matteo Pelucchi

Ore 12:40

Puccio superstar: tantissimi gli striscioni per il ciclista di Petrignano di Assisi

Ore 12:30

12.25 Terminata la ricognizione delle squadre, tra poco si inizia a fare sul serio. Alle 12.45 la prima partenza della Cronometro del Sagrantino, Matteo Pelucchi della Bora-Hansgrohe, ha un ritardo di 2h00’18” dalla maglia rosa Quintana

Ore 12:15

Ore 11:30

Una bellissima giornata di sole e già tanti appassionati lungo il percorso. Alcuni in camper, tanti in bici lungo i filari di viti. Grigliate, vino, allegria mentre i ciclisti provano il percorso compresa la maglia rosa Quintana

di Daniele Sborzacchi

E’ il grande giorno della corsa rosa. L’Umbria è pronta a mettere in vetrina le bellezze del suo territorio, abbinate ad un evento sportivo di straordinaria importanza e da sempre nel cuore degli italiani. Il Giro d’Italia del centenario protagonista nella nostra regione con la decima tappa, la ‘Cronometro del Sagrantino’, che in una appassionante sfida contro il tempo vedrà sfilare tutti i grandi interpreti delle due ruote da Foligno a Montefalco. La carovana già dalla giornata di lunedì è approdata nel cuore verde d’Italia, i preparativi sono stati curati minuziosamente nei dettagli e lungo le colline folignati saranno in migliaia gli appassionati pronti a tifare per i propri beniamini.

MONTEFALCO: ECCO COME RAGGIUNGERE L’ARRIVO
ANTEPRIMA VIDEO DEL PERCORSO

Focus percorso I 39,8 km del percorso vedranno i ciclisti sfilare da piazza della Repubblica a Foligno fino a Montefalco. Il primo via è previsto per le 12.45 mentre la maglia Rosa Nairo Quintana scatterà alle 16.24. Si tratta di un percorso completo, che propone un lungo tratto in pianura, un rettilineo seguito da salite e discese piuttosto articolate. Partendo da Foligno, si esce rapidamente dal centro storico, caratterizzato da strade a carreggiata stretta, e ci si immette su strade di media larghezza, per oltre 12 chilometri, superando Bevagna, dove al km 9,8 e’ posto il rilevamento cronometrico. I corridori inizieranno quindi a salire con pendenze medie del 4,5 per cento, fino alla Madonna delle Grazie, dove la strada diventa un falsopiano sempre leggermente a salire. La discesa e’ veloce, con curve e controcurve fino a San Marco, dove la strada tornerà rettilinea e pianeggiante. A Bastardo, dopo una svolta a ‘U’ c’e’ il secondo rilevamento cronometrico (km 28,2) e l’inizio di un falsopiano a salire che porterà a Montefalco. Le pendenze non sono mai elevate, ma questa cronometro non concede tregua, né dà respiro. Negli ultimi chilometri, che saranno in leggera ascesa, i corridori passeranno da viale Marconi e via Foscolo, prima di approdare all’arrivo. Nell’ultimo chilometro ci sarà anche il passaggio da una ‘porta’, poi si risalirà con una breve e ripida rampa nel rettilineo finale di 200 metri, su asfalto in salita della larghezza di sei metri.

FOTOGALLERY, SUL PERCORSO CON BALIANI

I grandi ospiti Grandi ospiti per questa tappa tutta umbra del Giro. Alex Zanardi e Francesco Moser su tutti. «Mi sarebbe piaciuto correrla, questa cronometro – confessa Francesco Moser, che con il tempo ha sempre duellato, riscrivendo il record dell’ora sulla pista di Città del Messico (gennaio 1984) e conquistando a Verona il suo unico Giro d’Italia, proprio al termine di una cronometro che sancì il tracollo di Laurent Fignon -. Il percorso è bello, ondulato, ma non è proibitivo. L’uomo da battere, per me, è Tom Dumoulin, che può anche indossare la maglia rosa, visto che attualmente accusa un ritardo di soli 30″ dal leader Nairo Quintana. E poi, sulla salita del Blockhaus, mi è sembrato in ottima forma, l’ho visto pedalare bene. Il percorso della Crono del è più adatto a lui. Anche Vincenzo Nibali, l’ex maglia rosa Bob Jungels e Bauke Mollema potranno far qualcosa. Quintana? Penso che baderà a difendersi. Non è la tappa per lui». Moser, che anche quest’anno segue il Giro d’Italia come testimonial e, prima della partenza di ogni tappa, assieme ad altri ex big del pedale, porta in giro gruppi di amatori, ammette che «non ci saranno distacchi abissali. Anche perché, i corridori dovranno rendere conto alle montagne». Ma come si prepara una cronometro come quella umbra? Moser ha la ricetta giusta: «Prima si fa un sopralluogo sul percorso, si prova un po’ la gamba, si studiano le traiettorie dietro l’auto, in modo da scegliere le bici più adatte».

I favoriti Tutti a caccia di Nairo Quintana, non poteva essere altrimenti con la partenza a Foligno… Battute a parte, saranno in molti a dare l’assalto alla maglia rosa attualmente sulle spalle del colombiano della Movistar. Vincenzo Nibali, il cui cognome campeggia in moltissime scritte sull’asfalto folignate, ha poco più di un minuto di ritardo. Classifica generale: 1) Nairo Quintana (Movistar Team). 2 – Thibaut Pinot (FDJ) a 28″. 3 – Tom Dumoulin (Team Sunweb) a 30″. 4 – Bauke Mollema (Trek – Segafredo) a 51″. 5 – Vincenzo Nibali (Bahrain – Merida) a 1’10”. In gara anche il petrignanese d’adozione Salvatore Puccio, in forza al Team Sky ed attardato in classifica generale (65esimo a 36’48” di ritardo) che avrà moltissimi tifosi a sostenerlo. Unico umbro doc, essendo nato nella nostra regione e per la precisione a Castiglione del Lago è Eros Capecchi della Quick-Step Floors, che partirà con è staccato di 41’11’ dal leader mentre beniamino montefalchese pur essendo nato a Roma è Valerio Conti del Team Emirates, ben posizionato nella Generale (23esimo a 8’45”), figlio e nipote d’arte (il nonno risiede proprio a Montefalco).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.