Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 9 maggio - Aggiornato alle 12:36

Doppio Minesso e il Perugia va, con un’altra vittoria sarà serie B

Battuto il Matelica, vince anche il Padova. Domenica a Salò l’ultima giornata con i Grifoni che battendo la Feralpi tornerebbero tra i Cadetti

L'esultanza dei Grifoni dopo il gol di Minesso ©️Fabrizio Troccoli

di Daniele Sborzacchi

Una doppietta dello scatenato Minesso, ‘uomo della Pprovvidenza’ in questo finale di stagione, regala una nuova vittoria al Perugia. La serie B per i Grifoni passerà domenica prossima dallo stadio Turina di Salò, in riva al Lago di Garda, dove i biancorossi di Caserta si presenteranno da primi in classifica e con un successo, festeggerebbero il ritorno tra i cadetti. Vince anche il Padova a Carpi (1-0 gol dell’ex Grifone Nicastro), i biancoscudati restano appaiati in classifica a Monaco e compagni (in svantaggio però negli scontri diretti); così il finale di campionato si trasforma in un thriller autentico, una sorta di guerra di nervi. Contro il Matelica tutto sotto controllo per un buon Perugia, grintoso quanto basta ed anche sprecone nel secondo tempo. Il morale è alto, adesso serve l’ultimo sforzo per esultare.

FOTOGALLERY – Il Grifo doma il Matelica e vede la B sempre più vicina

La partita L’approccio del Grifo è di quelli che lasciano ben sperare. Elia e Minesso si muovono bene in avanti, sulle fasce Rosi e Crialese spingono da subito ed il Matelica inizia immediatamente a chiudersi sperando in qualche buon contropiede. Il primo guizzo offensivo dei biancorossi arriva con Murano, la cui girata al volo di sinistro termina fuori di poco. Poi ci prova Kouan da fuori ma il destro è bloccato da Cardinali. Il Perugia insiste, staziona costantemente nella metà campo difensiva dei marchigiani e la pressione viene premiata grazie ad uno splendido sinistro dai 30 metri di Minelli. Il fendente è teso e preciso, palla all’angolino e Grifo in vantaggio. Gli ospiti tentano subito la reazione, Monaco salva una pericolosa incursione di Leonetti e poi Minelli viene chiamato in causa sventando il tentativo di pallonetto operato da Moretti. Intanto Caserta è costretto al primo cambio con Negro fuori causa per guai muscolari (dentro Angella), ma in definitiva il primo tempo si chiude con un Grifo autorevole e determinato nel concludere la sua missione. Obiettivo più vicino grazie al raddoppio in apertura di ripresa, Kouan scodella in area un buon pallone toccato con la mano da De Santis, l’arbitro indica il dischetto ed ancora Minesso va in rete, siglando la sua personale doppietta. Il Matelica è in bambola, Elia diventa inarrestabile sulla fascia e dal suo traversone perfetto nasce la ghiotta chance per il tris, ma Kouan tutto solo di testa non riesce a centrare la porta. Quindi è la volta di Murano a mancare l’appuntamento col gol; l’attaccante potentino in spaccata manca di poco l’intervento decisivo dopo una grande iniziativa di Vanbaleghem. Fioccano le occasioni, ancora Elia calcia a lato, Murano sfiora l’incrocio dei pali con un bel destro dal limite, idem Melchiorri subentrato nel finale. Può bastare, ora testa a Salò per coronare un sogno che qualche settimana fa sembrava irrealizzabile.

PALLONATE – Mariano e Sborzacchi: Grifo, finale thriller. Caserta timoniere sicuro

Perugia – Matelica 2-0
PERUGIA (4-3-3): Minelli; Rosi, Monaco, Negro (41′ pt Angella), Crialese: Kouan (15′ st Burrai), Vanbaleghem, Sounas; Elia, Murano (32′ st Melchiorri), Minesso (32′ st Falzerano). A disp.: Fulignati, Bocci, Favalli, Sgarbi, Cancellotti, Di Noia, Vano, Bianchimano. All.: Caserta.
MATELICA (4-3-3): Cardinali; Zigrossi (29′ st Bordo), De Santis, Magri, Di Renzo; Tofanari (29′ st Fracassini), Calcagni (41′ st Barbarossa), Balestrero (29′ st Pizzutelli); Volpicelli, Moretti, Leonetti (10′ st Franchi). A disp.: Martorel, Vitali, Baraboglia, Peroni, Seminara, Alberti, Mbaye. All.: Colavitto
ARBITRO: Federico Longo di Paola (assistenti Micaroni – Stringini, IV ufficiale Ricci)
MARCATORI: 26′ pt, 5′ st rig. Minesso
NOTE: Ammoniti Negro (P), Balestrero (M), Zigrossi (M), Di Renzo (M). Recupero pt 2′, st 3′.

I commenti sono chiusi.