Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 2 luglio - Aggiornato alle 20:15

A Giove sport di forza al femminile con ‘Women’s strength games’: «No alle discriminazioni di genere»

Appuntamento 28 e 29 maggio con gare, spettacoli, seminari e presentazione di libri

Foto Pexeles di Alena Darmel
«Se nel 2022 ancora pensi che le donne non possano praticare certi sport, somigli a chi nel 1800 non voleva farle votare». Questo lo slogan coniato dall’autore, Oberdan Mancini, per l’edizione 2022 della ‘Giove women’s strength games‘, manifestazione dedicata agli sport di forza femminili. Appuntamento nel borgo ternano sabato 28 e domenica 29 maggio con gare, spettacoli, seminari e presentazione di libri.
Giove women’s strength games In campo il Comune di Giove, associazione Olimpo e Aics. Un appuntamento che si rinnova ogni anno per decostruire gli stereotipi di genere sui ruoli della donna, insignito del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri: «Un riconoscimento meritato – spiegano i promotori dell’evento – grazie alla portata nazionale dell’evento, ma soprattutto per l’impegno profuso ad abbattere le discriminazioni genere». Per la due giorni un programma fitto con spettacoli, musica, presentazione di libri, conferenze, dibattiti, stand espositivi, seminari e diverse gare sia per agoniste che per esordienti. L’ingresso è gratuito. Alle gare si può prender parte con una semplice donazione in favore di Pgr Onlus, l’associazione che offre sostegno ai giovani affetti dal Parkinson.
Una gara con 12 euro, quattro gare con 18 euro. In regalo, per tutte le concorrenti, l’esclusiva maglia-evento e gli omaggi degli sponsors.Sport al femminile I giochi a disposizione sono tanti «dal braccio di ferro al tiro alla fune ‘Una contro una’, passando per il Miss Bicipiti 2022, fino ad un avvincente percorso dove mettere alla prova muscoli e forza di volontà.
Tutti i giochi sono in sicurezza ed in ambito ‘sostenibile’, per incoraggiare uno stile di vita green e salutare. Così come di qualità è la ristorazione -attiva a tutte le ore- con street food che mixano sapori tradizionali e cibi proteici». Le atlete sono attese da tutte le regioni d’Italia, oltre che una piccola ma ‘agguerrita’ rappresentanza di ragazze dall’estero. Sabato sera in programma lo spettacolo ‘Perché io ho vinto’ con Nela Lucic per la regia di Luca Gaeta tratto dalla vera storia di una donna che ha subito lo stupro etnico in guerra e il grintoso percorso della sua rivalsa. Verrà presentato anche il libro ‘La Russia di Putin’ di Anna Stepanovna Politkovskaja, la giornalista uccisa proprio a causa del coraggio con cui ha curato le sue inchieste. Tra gli ospiti si segnalano la Senatrice della Repubblica Valeria Fedeli, l’assessore allo Sport del Comune di Terni Elena Proietti e la Coordinatrice del Dipartimento Politiche Internazionali Aics, Valeria Gherardini.

I commenti sono chiusi.