Quantcast
mercoledì 20 ottobre - Aggiornato alle 02:43

Umbria Jazz: il piano di Protezione civile. Unico ingresso per piazza IV Novembre

Il palco si raggiunge solo da corso Vannucci. Sorvegliati speciali i giardini Carducci. Acqua a pochi cent, wc mobili e ambulanze

In occasione della prossima edizione di Umbria Jazz, al via dal 7 al 16 luglio, il Comune di Perugia ha dato il via libera al piano di protezione civile che resterà attivo per tutta la durata della manifestazione.
Le attività che vedranno impegnati i volontari della protezione civile – informa il Comune –
riguarderanno principalmente l’azione di affiancamento alla polizia municipale, il monitoraggio delle aree interessate dalla manifestazione e il supporto per l’accesso e il deflusso del pubblico. Il piano di sicurezza della manifestazione, infatti, sulla base delle nuove disposizioni del Dipartimento di sicurezza nazionale, individua un unico accesso a Piazza IV Novembre, all’altezza di via dei Priori, che permette di controllare il raggiungimento della capienza massima all’interno della stessa, mentre per l’uscita sono stati previsti tre varchi (uno su via Maestà delle Volte e due su corso Vannucci).

INTERVISTA A MARINI: «EFFETTI MOLTO DELICATI»
LE POLEMICHE DOPO «L’UMBRIA CHE SPACCA

La mappa Analogamente, ai giardini Carducci si potrà accedere solo da Piazza Italia, lato Banca d’Italia, mentre si potrà uscire o dalle scalette verso viale Indipendenza o da via Baglioni.

OK ALLA LEGGE: UN MILIONE ALL’ANNO PER UJ

Area perimetrata Per quanto riguarda i flussi pedonali esterni all’area perimetrata, nel corso di concerti, è stato previsto che essi possano essere in direzione corso Vannucci – piazza Danti, con possibilità di senso contrario ad anello in direzione via Calderini, piazza Matteotti, via Fani. Quindi, da via dei Priori attraverso via della Gabbia e via Maestà delle Volte. In particolare i volontari saranno dislocati in piazza Cavallotti, via dei Priori (intersezione via della Cupa), in via della Gabbia, piazza Danti, via Oberdan (intersezione piazza Matteotti), in viale Indipendenza, piazza Italia, giardini Carducci, piazza IV Novembre e via Maestà delle Volte. La sala operativa della protezione civile comunale sarà attiva a Palazzo dei Priori dalle ore 19 alle ore 1 per il periodo dell’intera manifestazione e comunque fino a cessata esigenza.

DAL PD ALLE ASSOCIAZIONI: CORO DI NO ALLE TRANSENNE

Igiene urbana Saranno coinvolte nell’attività la struttura organizzativa sicurezza urbana, l’area risorse ambientali smart city e innovazione del comune, il gruppo comunale di volontari di Protezione civile Perusia, insieme a strutture esterne all’ente, quali le associazioni di volontariato aderenti alla consulta regionale di volontariato di protezione civile, la Croce rossa italiana, la centrale operativa Umbria soccorso (118), la Prait e la Gesenu, che garantirà un servizio di igiene urbana aggiuntivo per l’occasione.

LE BARRIERE DIMEZZANO LE PIAZZE
INTERVISTA AL QUESTORE: «CONCERTI A NUMERO CHIUSO»

Wc e ambulanze Wc chimici, infine, saranno installati in ogni area in cui si terranno gli spettacoli, mentre i punti di primo soccorso saranno in piazza Italia con un presidio medico (ambulatorio) nel quale saranno presenti sempre personale sanitario ed infermieristico e due ambulanze di tipo A. Un’altra ambulanza di tipo A è prevista dietro al palco in Piazza IV Novembre a copertura dello spazio scenico.

INTERVISTA A CARLO PAGNOTTA

Fontanella mobile Anche Umbra Acque sarà presente a Umbria Jazz con un fontanella mobile. In accordo con l’amministrazione comunale il gestore del servizio idrico integrato ha predisposto una struttura mobile con le stesse caratteristiche tecniche delle fontanelle già installate nei diversi Comuni della provincia. La fontanella, che fornirà acqua refrigerata sia liscia che gasata ai visitatori dell’importante rassegna musicale, è stata installata in pieno centro storico, tra via Mazzini e piazza Matteotti. «Abbiamo deciso di lasciare comunque il prezzo simbolico di cinque centesimi al litro e mezzo come per le altre fontanelle per evitare abusi in un momento di particolare sensibilità a causa dell’emergenza idrica» ha dichiarato il presidente Gianluca Carini «ma l’incasso sarà interamente devoluto ad un’iniziativa benefica che verrà individuata insieme al Comune di Perugia».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.