Quantcast
mercoledì 20 ottobre - Aggiornato alle 03:41

Umbria Jazz 2018, primo grande colpo per l’arena: arrivano i Massive Attack. Biglietti in vendita da venerdì

Il concerto al Santa Giuliana dei pionieri del trip-hop è il 16 luglio: come opening act la band britannica dei Young Fathers

I Massive Attack

di Danilo Nardoni

Sulla scia dei Kraftwerk, le sonorità elettroniche torneranno ad aleggiare nell’arena santa Giuliana anche quest’anno. Tutta altra atmosfera però sarà sopra e sotto il palco. Sono infatti i Massive Attack il primo nome di peso annunciato per l’edizione 2018 di Umbria Jazz, a Perugia dal 13 al 22 luglio. Il concerto, che vedrà come opening act la band britannica dei Young Fathers, è in programma per il 16 luglio.

Massive Attack a Umbria Jazz: chissà se a Perugia spunterà un graffito di Banksy

Altre sorprese Con i due milioni di euro che arriveranno nelle casse di Umbria jazz (sia per il 2018 sia i retroattivi relativi al 2017) – grazie alla recente approvazione in Senato con la quale si è concluso con successo l’iter parlamentare che permette a Umbria Jazz di essere riconosciuto, per legge dello Stato, tra i festival italiani di assoluto prestigio internazionale – di sorprese come questa ne arriveranno sicuramente delle altre.

Massive Attack Intanto è arrivato questo primo annuncio dei Massive Attack. La band di Bristol ha senza dubbio rivoluzionato il mondo della musica negli anni ’90. Con il loro ‘Bristol-sound’ hanno trasformando l’hip-hop di stampo newyorkese in un frullato fatto di soul, reggae, dub ed electro, con atmosfere ancora più fosche e dilatate. Oggi anche loro però sono nella fase “calante”, come qualcuno potrebbe dire. Ma in fondo, poco importa. Vitalità e coerenza intellettuale contraddistinguono questa band in pista da trent’anni e che vedere dal vivo nel capoluogo umbro sarà davvero emozionante. L’operazione di vedere a Perugia grandissimi artisti della scena musicale, non solo jazz, il festival la sta portando avanti da tempo e con buoni riscontri. Ora quindi toccherà anche a loro. «I Massive Attack – spiega Umbria Jazz nella nota con cui è stata diffusa la notizia – da sempre innovatori in campo musicale, hanno fondato il genere trip-hop e vinto innumerevoli premi durante la loro carriera (i loro album ‘Blue Line’ e ‘Mezzanine’ sono stati inseriti da Rolling Stone fra i 500 album più belli di sempre)». Hanno poi collaborato, ricordiamo, con artisti quali Madonna, Sinéad O’Connor, Burial, Mos Def e remixato brani per U2, Nas, Peter Gabriel, Lisa Stansfield e Garbage, vendendo oltre 11 milioni di dischi nel mondo. Il gruppo inglese, fondato nel 1988, è formato da Robert “3D” Del Naja, Grantley “Daddy” Marshall, Andrew “Mushroom” Vowles e Adrian “Tricky” Thaws.

Young Fathers Degna di nota anche la band britannica dei Young Fathers che aprirà il live dei Massive. Sono un gruppo musicale alternative rap britannico, originario di Edimburgo (Scozia) e attivo dal 2008. Hanno vinto il Mercury Prize nel 2014 con l’album ‘Dead’. Vengono descritti come un trio ‘hip hop psichedelico’: la loro musica sfida ogni classificazione raccogliendo influenze da generi diversi come hip-hop, soul, folk, indie, trip-hop e musica africana.

Info Due le date al momento in Italia per i Massive Attack questa estate: dopo Perugia, il giorno prima (15 luglio) saranno a Mantova (Piazza Sordello). Per Perugia i biglietti saranno disponibili su www.umbriajazz.com , www.ticketmaster.it e in tutte le prevendite autorizzate a partire dalle ore 10 di venerdì 15 dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.