Quantcast
martedì 19 ottobre - Aggiornato alle 13:57

Umbria Jazz 2014 prende il via, Pagnotta: «L’anno prossimo apertura dedicata a Piazzoli»

Via a Umbria Jazz. Foto Fabrizio Troccoli

di Maurizio Troccoli

«L’apertura di Umbria Jazz 2015 sarà dedicata a Sergio Piazzoli», lo annuncia al Tgr Umbria il direttore artistico di Umbria Jazz Carlo Pagnotta in una videointervista (vai al minuto 11.48).

L’intervista «Sergino (Sergio Piazzoli, ndr) ci ha fatto uno scherzaccio, ho pensato ad organizzare un evento in sua memoria ma all’ultimo momento diventa difficile. Lui merita molto di più di un appuntamento improvvisato. L’anno prossimo Umbria Jazz gli dedicherà l’apertura del festival, portando un artista che lui, Sergino, per primo ha portato in Umbria». Umbria24 ha provato a chiedere a chi di memoria storica musicale ne ha e conosce anche bene entrambi i personaggi, ovvero Pagnotta e Piazzoli. Che risponde: «Se avessi due carte da giocare direi: Bruce Springsteen o Bob Dylan. Ma sarebbe bello anche quel Tom Waits che a lungo sia Uj che Piazzoli hanno provato a portare in Umbria».

VAI AI VIDEO DEI CONCERTI 2013

Le curiosità Come inizia quest’anno Umbria Jazz? Pagnotta: «Forse inizia con la pioggia domani, però speriamo bene. Sono 41 anni che questa manifestazione funziona. Le istituzioni, pure gli sponsor un pochino meno». E domani, sabato, sarà la grande maratona dei dj, tra tutti atteso dj Ralf che alla conferenza stampa di presentazione ha annunciato di voler suonare mezzo concerto da solo. «Ci aspettiamo migliaia di persone in città», ha detto Pagnotta. I dj suoneranno dalle 16 fino a notte inoltrata. L’ultima chicca dell’intervista di Pagnotta è relativa al concerto dell’anno scorso di Herbie Hancock e Chick Corea (guarda il video). «Corea – ha detto Pagnotta – di recente mi ha riferito ‘grazie a te abbiamo ripensato a quell’operazione anni ’70, faremo un tour mondiale’».

L’iniziativa al Curi  Cantanti e jazzisti chiedono la “bella”. Al di là della vittoria tecnica dei jazzisti sui cantanti, Perugia torna a vincere la seconda edizione della Partita del jazz per la solidarietà con 5mila biglietti venduti per un incasso di circa 25mila euro destinato alle associazioni Giacomo Sintini, Avanti Tutta Onlus e Aulci.

IL PROGRAMMA

VAI ALLO SPECIALE

La partita «Passo la palla ai Jazzisti.. sono di parte!» queste le parole pronunciate da Carlo Pagnotta, direttore artistico di Umbria Jazz, che ha dato il calcio d’inizio alla partita del Jazz per la Solidarietà che si è giocata giovedì (10 luglio) sul campo dello stadio Renato Curi di Perugia. E infatti quest’anno è stata la Nazionale Jazzisti che si è presa la rivincita sulla Nazionale Cantanti vincendo 2-1. Ma la vera vincitrice è la città di Perugia che ha risposto positivamente all’appello di solidarietà di Conad. Una vittoria, quella dei perugini, che non era neppure così scontata, visto che il pubblico è stato numeroso, nonostante la pioggia e il freddo, e che i biglietti venduti, anche in tempi difficili come questi, sono arrivati a quota 5mila per un incasso complessivo di circa 25mila euro.

Solidarietà I proventi della vendita dei biglietti saranno devoluti a tre associazioni benefiche molto attive nel territorio perugino e umbro: l’associazione Giacomo Sintini, che sostiene la lotta contro il cancro, l’associazione Avanti Tutta Onlus che opera per l’introduzione della pratica sportiva nei protocolli di terapia contro il cancro, e l’Aulci, Associazione umbra per la lotta alle cardiopatie infantili. Anche i presidenti o rappresentanti delle tre associazioni (Jack Sintini, Leonardo Cenci per la Nic e Nicola Bifarini per Aulci nella squadra della Nj) erano sul campo insieme a cantanti e jazzisti per giocare nel nome della solidarietà e del divertimento.

Show Come da programma nello show di apertura si sono esibiti la giovane cantautrice Erica Mou, il tenore frate Alessandro, il cantante imitatore perugino Antonio Mezzancella e le squadre giovanili del Comitato Regionale Umbro della Lnd. Il calcio d’inizio è stato battuto simbolicamente dal direttore artistico di Umbria Jazz, Carlo Pagnotta, la brillante telecronaca era affidata al trio tutto perugino composto da Mauro Casciari de “Le Iene”, l’attrice Isabelle Adriani e il cronista sportivo Marco Taccucci. Set di Raphael Gualazzi tra il primo e il secondo tempo. Cantanti e jazzisti sperano di potersi ritrovare a Perugia il prossimo anno per giocare la “bella”, sempre nel segno della solidarietà.

Note tecniche Il 10 luglio sul prato dello stadio Renato Curi di Perugia la Nazionale Jazzisti guidata da Walter Novellino si è presa la rivincita sulla nazionale Cantanti di Sandro Giacobbe che nondimeno ha lottato, soprattutto nel secondo tempo, per recuperare il doppio svantaggio. I jazzisti hanno fatto meglio per due terzi di match con due gol, messi a segno da Federico Scoppio nel primo tempo e da Elvio Maccheroni nel secondo tempo e due traverse spettacolari, mentre i cantanti si sono distinti nell’ultima parte, in particolare dopo il gol di Andrea Perrone, che ha dato il la al disperato forcing finale.

Nazionale cantanti Le squadre Hanno indossato la maglia della nazionale Cantanti, guidata dal mister storico Sandro Giacobbe, il presidente Luca Barbarossa (attaccante), Luca e Diego dei Sonohra (terzino di sinistra e attaccante), Clementino e Rocco Hunt, Marco Masini, Neri Marcorè, Marco Ligabue, Pierdavide Carone (portiere), Paolo Belli (difensore centrale), Enrico Ruggeri (regista), Renzo Rubino, Vincenzo Capua, Andrea Perroni (che ha messo a segno l’unico gol per i cantanti), Vincenzo Guasti, Antonio Mezzancella, Jack Sintini (associazione Giacomo Sintini), Leonardo Cenci (associazione Avanti Tutta), Andrea Rivera, Hervè Olivetti, Peppe Stefanelli ed Enzo Proietti, (musicisti umbri della Paolo Belli Big Band). Presente il sindaco di Perugia Andrea Romizi, che all’ultimo ha deciso di cedere la maglia all’assessore allo sport Emanuele Prisco.

Nazionale jazzisti Hanno vestito la maglia della nazionale Jazzisti di Walter Novellino: il presidente Marco Valente, Gianluca Petrella, Costantino Ladisa, Natalio Mangalavite, Javier Girotto, Piji e Stefano Lazzari di Umbria Jazz (il trittico del portieri), Fabrizio Sferra ed Enzo Pietropaoli a centrocampo, il capocannoniere Saverio Gerardi in attacco (l’anno scorso ha messo a segno l’unico gol della Nazionale Jazzisti), Dario Germani (difensore centrale), Federico Scoppio (primo goal), Elvio Maccheroni (secondo goal), Andrea Scaccia, Sasà Calabrese, Alessandro Presti, Daniele Sorrentino, Sergio Gimigliano, Matteo Strada, Reinaldo Santiago, Paolo Grillo, Nicola Bifarini (Associazione AULCI), Fabrizio Salvatore, Matteo Bortone.

Il programma della giornata

13,00 Bottega del Vino Jazz, Wine & Gourmet Cuisine RENATO SELLANI con MASSIMO MORICONI

19,00 Bottega del Vino Jazz Aperitif & Dinner MITCH WOODS Piano Blues and Vocals

19,00 Apertura Arena Santa Giuliana

19,30 VIPER MAD TRIO from NEW ORLEANS

21,00 Main Stage “Funk & Soul Night” THE DAPTONE SUPER SOUL REVUE feat. SHARON JONES & THE DAP-KINGS CHARLES BRADLEY and HIS EXTRAORDINAIRES ANTIBALAS THE SUGARMAN 3

21,00 Ristorante La Taverna Jazz Dinner STEFANO MINCONE GROUP ‘round midnight Palazzo della Penna “YOUNG JAZZ” presenta SLIVOVITZ feat. Pietro Santangelo, Ciro Riccardi, Derek Di Perri, Riccardo Villari, Marcello Giannini, Vincenzo Lamagna, Salvatore Rainone

No Stop Music Concerti gratuiti

13,00 VIPER MAD TRIO
14,30 EZRA CHARLES TEXAS BLUES BAND
16,00 TUBA SKINNY
17,30 ALLAN HARRIS QUINTET
19,00 KJ DENHERT BAND
20,30 TUBA SKINNY
22,00 ALLAN HARRIS QUINTET
23,30 KJ DENHERT BAND
01,00 FOUR VEGAS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.