Quantcast
mercoledì 20 ottobre - Aggiornato alle 03:23

Dall’Arena Santa Giuliana a Palazzo Penna: ecco tutte le location di Umbria Jazz 2014

Il centro affollato durante il festival (foto F.Troccoli)

di Lucia Caruso

Il festival musicale dedicato al jazz, ormai diventato punto di riferimento per appassionati, curiosi, musicisti ed artisti emergenti torna a riempire le strade di Perugia di quelle note tanto attese che percorrono, s’intrecciano e penetrano ogni angolo dell’acropoli, mettondo in luce quella propensione alla cultura, alla musica, all’incrocio di esperienze, dai confini in continua espanzione che questa città possiede come naturale vocazione.

IL PROGRAMMA

Arena Santa Giuliana La location principale degli evening concerts di Umbria Jazz rimane il Santa Giuliana, che anche quest’anno vedrà alternare sul suo ambito palco grandi nomi del panorama  della musica internazionale. L’Arena inoltre, in occasione dei mondiali di calcio, offrirà al suo pubblico, nei giorni 12 e 13 luglio, la possibilità di assistere alle finali grazie a un maxischermo allestito per l’evento.

Sala Podiani Quest’anno torna tra le location la Sala Podiani della Galleria Nazionale dell’Umbria che vedrà avvicendarsi i musicisti più affermati e le giovani promesse alle prese con il jazz più classico.  Negli anni scorsi ci avevano suonato tra gli altri Pat Matheny, Charlie Haden e Brad Mehldau.  In occasione di questa edizione, che rispolvera questo luogo collocato all’interno di uno dei più importanti musei italiani, custode di prestigiose collezioni di arte medievale e rinascimentale, vi suoneranno Mountain Men, un duo  francese dedito al blues e il vincitore del Top jazz 2013 di Musica Jazz come miglior nuovo talento, Alessandro Lanzoni.

Teatro Morlacchi Ormai consolidato punto di riferimento per il jazz d’autore italiano e internazionale resta il Teatro Moralcchi. Un luogo intimo in cui il jazz più puro trova la sua collacazione ideale,  il suo ambiente naturale per esprimersi al meglio. Qui sia nel pomeriggio che ‘round midnight’ il pubblico potrà godere delle note di artisti del calibro di Paolo Fresu, Francesco Cafiso,  Danilo Rea, Roberta Gambarini e molti altri.

Palazzo della Penna Dopo il grande successo raccolto durante la scorsa edizione torna ad essere contenitore di nuovi talenti e nuovi suoni Palazzo della Penna, che continua ad intessere il rapporto già consolidato in questi anni tra Umbria Jazz e Young Jazz. Nella cornice di questo spazio dedicato alla creatività i riflettori saranno accesi sulle giovani promesse musicali come l’ensemble Silvovits, Giovanni Di Domenico, Cristiano Arcelli con il progetto ‘Brooks’.

Piazza IV Novembre e Carducci Non meno prestigiosi i luoghi dedicati ai concerti gratuiti come piazza IV Novembre e i Giardini Carducci, che da mezzogiorno a tarda notte faranno pulsare di vita e di musica l’acropoli. Su questi palcoscenici si alterneranno band come i Tuba Skinny che condurranno il pubblico nelle sonorità anni ’20 e ’30, i Four Vegas  con il loro trascinante rock&roll anni ’50 e ’60, o come la Tribunal Mist, composta da avvocati a magistrati napoletani accomunati dalla passione per la musica.

La strada resta il luogo in cui si mescolano artisti di ogni dove che incantano i passanti. Dopotutto Umbria Jazz ai suoi esordi era fatto esclusivamente di jam session suonate tra i palazzi e le piazze medievali del cuore pulsante della città. Anche ques’anno non mancherà la street parade dei Funk Off che tingeranno le strade con la loro trascinante performance. Infine, come da tradizione, in  molti locali del centro storico a tarda notte si incontreranno celebri musicisti e artisti emergenti per dare vita a indimenticabili jam session.

Jazz & food Per gli amanti della gastronomia i punti di riferimento saranno la Bottega del Vino, La Taverna, l’Hotel Brufani, il Restaurant Stage dell’Arena Santa Giuliana e i Giardini Carducci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.