Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 15 giugno - Aggiornato alle 22:17

Tumori, i capogruppo Pd di Umbria, Abruzzo, Lazio e Marche chiedono registro interregionale

Nei rispettivi consigli regionali sarà presentata una mozione condivisa: «Conoscere i numeri per guidare prevenzione e cure»

Dossier sul registro

Iniziativa congiunta del capogruppo del Pd in Assemblea legislativa dell’Umbria Tommaso Bori con i presidenti dei gruppi del Partito democratico di Abruzzo, Lazio e Marche, Silvio Paolucci, Marta Leonori e Maurizio Mangialardi, insieme alle consigliere del Lazio Sara Battisti e Michela Califano, per chiedere ai rispettivi governi regionali di «collaborare alla costituzione di un registro tumori del Centro Italia». «Riteniamo importante che si arrivi al più presto a un accordo interregionale – sottolinea Bori in una nota – teso a favorire la valorizzazione dei registri tumori regionali, assicurando la continuità dei team di ricerca, e la costituzione di un registro tumori del centro Italia che permetta di raccogliere, aggregare e valutare dati e informazioni, sulla base di un campione molto più ampio di popolazione».

REGISTRO TUMORI, IN UMBRIA NUOVO MODELLO ORGANIZZATIVO: LE NOVITÀ

La proposta «Come è noto – continua il capogruppo dem insieme agli altri esponenti del Pd – conoscere i numeri del cancro in una popolazione, significa guidare la prevenzione e le cure, quantificare le risorse necessarie per contrastare tale malattia, promuovere interventi di prevenzione e di diagnosi precoce e migliorare l’efficienza dell’assistenza dei sistemi sanitari regionali ai pazienti oncologici. Per questo motivo ci siamo fatti promotori di una mozione condivisa che sarà portata all’attenzione dei nostri rispettivi consigli regionali, affinché le giunte siano chiamate a unire le proprie forze nella lotta contro il cancro, a partire dalla realizzazione di un registro interregionale dei tumori che stia alla base delle nuove politiche sanitarie del Centro Italia».

I commenti sono chiusi.