Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 29 giugno - Aggiornato alle 14:20

Tesei sulla zona rossa: «Provvedimento pesante, ma necessario»

La presidente ha spiegato di aver seguito le indicazioni della sanità regionale e Iss. Scuole chiuse in provincia di Perugia e sei comuni del Ternano: cosa prevede l’ordinanza

Donatella Tesei e Federico Ricci

«Purtroppo abbiamo dovuto adottare provvedimento pesante che presuppone sacrifici per tutti, però ho seguito le richieste dalla sanità non solo regionale ma anche dell’Istituto superiore della sanità». Lo ha detto la presidente Donatella Tesei intervistata dal TgR Rai dell’Umbria riconoscendo come l’ordinanza 14, che dall’8 febbraio fa scattare la zona rossa su tutta la provincia di Perugia e sei comuni di Terni, «richiede sicuramente sacrifici per tutti», ma anche definendo le misure firmate «necessarie«

Tesei: «Provvedimento pesante, ma necessario» Le restrizioni rafforzate anche dalla chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado sono state varate di fronte alle evidenze scientifiche delle varianti inglesi e brasiliana, con Tesei che domenica mattina ha spiegato di aver «adottato il principio di massima precauzione per evitare che il virus possa dilagare anche al resto dell’Umbria e alle regioni limitrofe. Credo – ha aggiunto – che questo approfondimento fatto sia utile all’intero Paese e adesso anche altre Regioni stanno cominciando a intervenire con esami più approfonditi per isolare le varianti». Il riferimento in particolare è a quella brasiliana «individuata – dice la presidente – per la prima volta il 10 gennaio in Giappone e il fatto che noi siamo riusciti a sequenziarla e a porre la questione all’Iss significa che il sistema è in grado di analizzare queste situazioni e poter reagire immediatamente».

I commenti sono chiusi.