Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 3 luglio - Aggiornato alle 22:17

Terni, salta il Consiglio comunale: le opposizioni insorgono

Pd, M5s e Senso civico: «Atteggiamento padronale delle istituzioni e mancanza di rispetto verso i cittadini »

Una mail inviata a tutti i consiglieri e una nota sul sito del Comune di Terni con scritto: «Si comunica che la seduta è stata annullata». Queste le modalità con cui è stato comunicato, anche ai partecipanti, che il Consiglio comunale di venerdì 27 maggio è stato rimandato a data da destinarsi. La motivazione non è nota anche se sembrerebbe per mancanza del numero legale. Quello che è noto invece è che la decisione non è stata condivisa, tanto che le forze di opposizione: Pd, Movimento 5 stelle e Senso civico sono insorte. «Riteniamo offensivo  – hanno tuonato i gruppi consiliari – che tali decisioni vengano prese senza essere condivise dal Presidente del consiglio comunale con l’ufficio di presidenza. Un atteggiamento padronale delle istituzioni che non possono essere trattate alla stregua di un circolo privato».

La nota delle opposizioni «Come forze di opposizione siamo venuti a conoscenza tramite comunicazione via email che la seduta di consiglio comunale prevista per venerdì 27 maggio è stata annullata. Una decisione che è figlia ancora una volta dell’incapacità della maggioranza di garantire il numero legale della seduta – hanno tuonato ancora i consiglieri -. Forse il caldo e l’arrivo della bella stagione hanno convinto qualche consigliere a trascorrere liete giornate al mare piuttosto che garantire la sua presenza per votare un documento di giunta come il Dup che fa acqua da tutte le parti – ironizzano -. In un momento tanto delicato per imprese e famiglie, colpisce ancora di più questa mancanza di rispetto verso i cittadini che aspettano risposte. Purtroppo – concludono –  la giunta Latini pare ricordarsi di loro solo quando c’è da riscuotere l’ennesimo salasso».

I commenti sono chiusi.