Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 19 settembre - Aggiornato alle 12:34

Terni, cessione acciaierie: Gentiloni assicura che la Commissione UE «seguirà e vigilerà»

Il deputato dem Walter Verini ha incontrato l’ex premier: «Vendita deve garantire capacità competitiva globale e innovazione ambientale»

L'acciaieria di Terni

«Il commissario Gentiloni, che nel ruolo ricoperto a livello europeo segue con grande attenzione vicende come questa, ha confermato come – nell’ambito delle competenze e delle prerogative – la Commissione seguirà e vigilerà perché la vendita garantisca la capacità competitiva globale e quella di innovazione ambientale dell’azienda, come nei giorni scorsi aveva affermato anche la commissaria alla Concorrenza». A dirlo è il deputato pd Walter Verini che, nelle scorse ore, ha incontrato l’ex premier per parlare del futuro delle acciaierie di Terni. «Dopo l’interrogazione rivolta nei giorni scorsi al Governo italiano – dice il deputato dem – ho avuto modo di rappresentare a Gentiloni le aspettative di una intera comunità locale e regionale davanti al percorso di cessione dell’Ast da parte di Thyssen Krupp».

Questione decisiva «Credo – osserva Verini – che quanto ribadito da Paolo Gentiloni sia un fatto importante. È giusto che le istituzioni europee possano svolgere un ruolo incisivo in queste direzioni. Per questo i deputati europei del Pd si sono attivati con iniziative a Strasburgo. Ora è necessario che anche il Governo faccia la sua parte a tutela in generale delle produzioni siderurgiche italiane e in particolare delle prospettive della Acciai speciali Terni, il cui futuro produttivo e occupazionale rappresenta una questione decisiva per Terni, per l’Umbria, ma anche una questione nazionale».

I commenti sono chiusi.