Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 8 dicembre - Aggiornato alle 10:24

Socialisti esclusi dalla giunta di Spoleto: «Sbalorditi. Decideremo cosa fare dopo incontro con Sisti»

Il segretario Romani definisce «possibile» l’uscita dal gruppo dei Civici Per fin dalla prima seduta dell’assemblea

Da sinistra il socialista Alleori, il sindaco Sisti e la segretaria provinciale del Pd e consigliera comunale Laureti

di Chiara Fabrizi

Secondo round di fibrillazioni per la maggioranza. Archiviate quella che hanno preceduto la nomina della giunta del sindaco Andrea Sisti ora ci sono da domare quelle dei socialisti, l’unica forza della coalizione di centrosinistra a cui non è stato riconosciuto un ruolo in giunta.

Socialisti agitati Una decisione, quella del primo cittadino di Spoleto, che ha lasciato «sbalorditi i socialisti e i nostri elettori», ha detto giovedì pomeriggio il segretario del partito del garofano Gabrio Romani, stigmatizzando anche come «ancora non ci sia stato modo di parlare con il sindaco, a cui stiamo chiedendo un confronto». Le nomine di Sisti, comunque, hanno provocato «grande amarezza nelle nostra fila» ammette Romani, per poi spiegare che sulle prossime mosse dei socialisti «sono in corso incontri interni al partito ed è in programma anche un incontro con esponenti del Pd», anche se è alla porta del sindaco che si bussa.

Possibile addio socialista ai Civici Per Romani, infatti, prende tempo quando gli si domanda se i socialisti resteranno in maggioranza: «Chiediamo un confronto con Sisti per capire – è la risposta del segretario – le motivazioni delle sue decisioni, dopodiché faremo le nostre scelte». Tra queste c’è anche l’ipotesi di immediata fuoriuscita dal gruppo dei Civici Per dei due socialisti eletti in quella lista e di cui, peraltro, sono risultati i due più votati, ossia Enzo Alleori e Donatella Loretoni, definita «possibile» dal segretario. Entrambi i consiglieri, infatti, fin dalla seduta di insediamento dell’8 novembre potrebbero formare il gruppo Misto-Socialisti, prendendo così le distanze dalla lista dei Civici Per che, numeri alla mano, senza i voti portati da Alleori e Loretoni, si sarebbe attestata molto al di sotto del 9 per cento raccolto il 3 e il 4 ottobre.

Come cambia il consiglio I contraccolpi delle decisioni del sindaco, insomma, saranno da capire. Certo è, invece, che a seguito delle nomine di giunta cambiano un quarto dei componenti del consiglio. Il sindaco, infatti, ha scelto sei assessori eletti su sette, aprendo le porte del consiglio ad altrettanti candidati che diversamente sarebbero rimasti fuori: per il Pd entra Gian Marco Sorcini, per il M5s Enrico Morganti, per Ora Spoleto diventa consigliera Maura Coltorti, mentre per Eleggi Spoleto si accomoda tra i banchi di maggioranza Fede Egisto.  Infine nel gruppo dei Civici Per, a seguito della nomina in giunta degli eletti Giovanni Angelini Paroli e Manuela Albertella (quest’ultima è coordinatrice di Italia Viva), entreranno Francesca Maso e Daniele Filippi.

@chilodice

I commenti sono chiusi.