Quantcast
martedì 7 dicembre - Aggiornato alle 17:04

Regionali, nuovi sondaggi: Tesei avanti trascinata dalla Lega. Indecisi al 30 per cento

La Swg assegna 7 punti di vantaggio alla candidata di centrodestra, Noto invece 8. Quasi a zero le liste civiche

Nuovo sondaggio sulle elezioni regionali in Umbria. Stavolta è Swg l’istituto e la Lega il committente. A differenza dell’ultima rilevazione Ixè, che indicava Bianconi avanti o comunque, un testa a testa, qui Donatella Tesei registra un buon vantaggio: dal 48 al 52 per cento contro il 41-45 per cento di Bianconi. Claudio Ricci viene indicato al 3-5 per cento e tutti gli altri tra 0 e 2. Molto alta ancora la quota di indecisi, data al 30 per cento.

Voti ai partiti Il risultato del sondaggio fa trapelare un voto smaccatamente “politico”, di opinione, con candidati trascinati dai partiti e liste civiche molto basse. Tra le liste, infatti, la Lega domina con 36,5-40 per cento, seguita nel centrodestra da Fratelli d’Italia con 5,5-7,5 per cento, Forza Italia col 3,5-5,5, lista Tesei presidente 0,5-2,5 e Umbria civica 0-2 per cento. In totale l’area di centrodestra starebbe quindi in una forchetta tra il 48,5 e il 54,5 per cento. Nel centrosinistra il Pd è dato dal 20,5 al 24,5 per cento, il M5s al 13-15, Bianconi per l’Umbria 1,5-3,5, Sinistra Civica Verde 1-3, Europa Verde 0-2.

Sondaggio L’indagine è stata condotta mediante una rilevazione con tecnica mista, ovvero interviste telefoniche con metodo CATI/CAMI e interviste online con metodo CAWI, all’interno di un campione di 1.000 soggetti maggiorenni. Le interviste sono state somministrate nel periodo che va dal 1 al 7 ottobre 2019. Il margine d’errore statistico dei dati medi riportati è del 3,1% a un intervallo di confidenza del 95%.

Altro sondaggio Più o meno sulla stessa linea i risultati di un sondaggio di Antonio Noto di ‘Noto sondaggi’, sulle intenzioni di voto relative alle elezioni regionali in Umbria, che verrà reso noto nella puntata di ‘Porta a porta’. Donatella Tesei, candidata del centrodestra (Lega, Fdi e Fi) appoggiata da 5 liste civiche, ad oggi avrebbe tra il 47% e il 51%, mentre quello di Pd e M5S Vincenzo Bianconi, sostenuto da 5 liste civiche, otterrebbe tra il 39% e il 43%. Il terzo candidato in ordine di consenso, proveniente anche lui dall’area di centrodestra, Claudio Ricci, appoggiato da 3 liste civiche, si fermerebbe tra il 5,5% e il 7,5%. Anche qui gli indecisi sarebbero circa un terzo cioè il 29%.

I commenti sono chiusi.