Quantcast
martedì 7 dicembre - Aggiornato alle 16:12

Regionali, «Cambiamo l’Umbria insieme»: arriva assemblea con le liste civiche e di sinistra

Appuntamento mercoledì a Foligno: «Aprire fase nuova con valori forti, programmi coraggiosi e volti nuovi»

Il volantino dell'appuntamento

di Daniele Bovi

«L’Umbria deve cambiare e vogliamo cambiarla insieme». Inizia così il documento con cui Foligno in Comune dà appuntamento a tutte le liste civiche e di sinistra della regione che vorranno confrontarsi – mercoledì 26 alle 18.30 nella città della Quintana, all’ostello della gioventù – sulle esperienze fatte e sul percorso da intraprendere. Civiche a parte, a sinistra del Partito democratico ci si interroga sul da farsi in vista delle regionali anticipate che, con tutta probabilità, si terranno il 24 novembre: stare fermi un giro e capire quanto sta succedendo nella regione? Partecipare possibilmente evitando un altro progetto dai risultati modesti? E se sì, con quali idee ed alleanze?

L’assemblea Foligno in Comune, la lista che ha sostenuto la corsa di Luciano Pizzoni, ha ottenuto quasi il 5% alle comunali e non rivendica alcuna primogenitura sull’appuntamento: «Sentiamo il bisogno di incontrarci e incontrare – dicono – quanti nei diversi territori dell’Umbria hanno portato avanti esperienze simili alla nostra: liste civiche e di sinistra, aperte, plurali e unitarie, capaci di far dialogare partiti, movimenti e singoli, e che hanno fatto della partecipazione e dell’impegno programmatico il terreno di costruzione di una prospettiva di cambiamento». Come dare seguito alle diverse esperienze e trovare una strada comune «per aprire nuovi orizzonti per l’intera società regionale» diventa uno degli obiettivi principali. Di sicuro nella testa di molti non c’è la voglia di dare vita all’ennesima fusione di sigle che tra cantieri, contenitori, carovane, campi larghi e rassemblement di diversa natura ha portato a progetti malriusciti e a una continua erosione del consenso.

PERUGIA CITTÀ IN COMUNE DIVENTA ASSOCIAZIONE

Volti nuovi «Il minimo che possiamo fare – spiegano gli organizzatori – è raccogliere quanto di buono abbiamo costruito in questi mesi con l’obiettivo di alimentare con nuova energia il dialogo e quella comunità politica di cui l’Umbria ha bisogno per chiudere una stagione di impoverimento e degenerazione e aprirne una nuova, incardinata sui valori forti, su programmi coraggiosi, su volti nuovi e metodi pienamente democratici». Tra i partecipanti ci sarà anche Perugia città in Comune, la lista di Katia Bellillo che giovedì si è costituita in associazione politico-culturale: «Porteremo la nostra storia – ha detto venerdì – in questa fase in cui serve un momento di riflessione e di riallacciare i fili con la società. Sulle regionali decideremo che fare insieme e senza forzature; abbiamo troppe scottature per per operazioni dalle quali siamo usciti con le ossa rotte».

Twitter @DanieleBovi

I commenti sono chiusi.