Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 13 giugno - Aggiornato alle 05:18

Pd, Donatella Porzi entra nella squadra di Letta: si occuperà di organizzazione

Il segretario lunedì ha assegnato una serie di incarichi esecutivi. La consigliera regionale si occuperà del Centro Italia: «Rinsaldare il rapporto con la comunità»

Donatella Porzi

C’è anche l’umbra Donatella Porzi tra le figure scelte dal segretario del Pd Enrico Letta che, lunedì, ha assegnato una serie di incarichi esecutivi nell’ambito delle funzioni organizzative e di settore. La consigliera regionale in particolare sarà uno dei tre vice responsabili dell’Organizzazione: Carlo Bettio si occuperà del Nord, Porzi del Centro ed Eugenio Marino di Sud e Isole. «Ringrazio il segretario Letta – dice Porzi – che ha riposto in me la sua fiducia; cercherò di ripagarla con il massimo impegno perché il nostro partito riesca a rinsaldare il suo rapporto con la comunità, tornando a essere un riferimento importante a cui affidare bisogno preoccupazioni, progetti di crescita e sviluppo, particolarmente importanti in questa fase».

Le nomine Per quanto riguarda le altre nomine, Tesseramento e partecipazione sono state affidate a Marco Simiani, Feste dell’Unità a Maria Pia Pizzolante, Cittadinanza e immigrazione a Matteo Mauri, Mezzogiorno e coesione a Michele Bordo, Crisi industriali a Valerio Fabiani, Piccoli comuni e finanza locale a Micaela Fanelli. Confermati inoltre gli incarichi di Caterina Avanza (Cooperazione internazionale), Luciano Vecchi (Italiani nel Mondo), Brenda Barnini (Welfare), Stefano Lepri (Terzo settore), Monica Cirinnà (Diritti), Marco Carra (Aree interne), Stefania Pezzopane (Aree terremotate e ricostruzione). Nicoletta Pirozzi, infine, stata nominata presidente del Comitato di esperti sulla politica estera. «Al fine di rafforzare il presidio del partito sull’elaborazione programmatica, sulle politiche di settore e sui rapporti con i territori e le realtà esterne – spiega il partito – a breve verranno conferiti ulteriori incarichi esecutivi».

I commenti sono chiusi.