Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 18 maggio - Aggiornato alle 10:20

Commissione d’inchiesta sulla gestione dell’epidemia in Umbria, via con l’audizione del Cts

Programmati i lavori delle prossime sedute: «Primo step per acquisire documentazione». Gli argomenti sul tavolo

Il consiglio regionale

Partirà con l’audizione dei membri del Comitato tecnico-scientifico regionale il lavoro della commissione di inchiesta sulla «Gestione dell’emergenza sanitaria durante la pandemia da Covid-19», voluta dai gruppi di opposizione in consiglio regionale. Venerdì, dopo l’insediamento avvenuto nei giorni scorsi, c’è stata la prima seduta dell’organismo guidato dal capogruppo della Lega Stefano Pastorelli.

CHI SONO I MEMBRI DEL CTS UMBRO

I lavori «Attraverso questo primo step – ha detto Pastorelli – acquisiremo la documentazione necessaria per programmare una serie di iniziative di approfondimento rispetto alla gestione dell’emergenza pandemica, per capire i metodi adottati e le criticità passate ed eventualmente presenti. Passaggi importanti per avere un quadro chiaro della situazione». Dopo l’audizione del Cts ce ne saranno altre per approfondire questioni che riguardano «l’utilizzo delle risorse governative stanziate e che non risultano ancora utilizzate, l’utilizzo dei macchinari e strumentazioni – dice il vicepresidente Tommaso Bori (Pd) – che sono stati inviati in Umbria, il tema dell’ospedale da campo, il piano vaccinale, tematiche collegate a concorsi non ancora banditi». Oltre che da Pastorelli e Bori, la commissione è composta da Vincenzo Bianconi (Misto), Thomas De Luca (M5S), Andrea Fora (Patto civico per l’Umbria) ed Eleonora Pace (FdI).

I commenti sono chiusi.