Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 8 dicembre - Aggiornato alle 16:28

Collestatte, soldi per i campetti deviati sulla fontana di piazza Tacito: Pd e Senso Civico pronti alla battaglia

Dem di Collestatte Torre Orsina: «Già due anni fa era chiaro l’inganno della destra»

«I soldi lasciati dalla Giunta Pd di Leopoldo Di Girolamo erano per i campetti, e per i campetti la Giunta Latini li deve lasciare». Con queste dure parole, riportate in una nota a firma Massimo Leopoldi, il direttivo del circolo Dem di Collestatte e Torre Orsina fa sapere che è pronto a dare battaglia a questa giunta. In particolare si riferiscono alla ultima scelta fatta dall’assessore Benedetta Salvati di destinare soldi, che la precedente amministrazione aveva riservato ai campetti di Collestatte, per le canaline di scolo della fontana di piazza Tacito. Dure le parole anche del consigliere Alessandro Gentiletti (Senso civico): «L’assessora (riferendosi alla Salvati) è incapace di amministrare, sa soltanto togliere soldi e risorse al Comune di Terni e non è in grado di raccogliere alcuna sponsorizzazione e finanziamento».

La nota dei Dem «Due anni fa come circolo Pd di Collestatte e Torre Orsina denunciammo come ci fosse molta nebbia nelle dichiarazioni dell’assessore allo sport Proietti sui fondi per terminare i campetti in località Fontevecchia. La delibera della giunta Latini che ora sposta i fondi dei Campetti di Collestatte paese per il canale di scolo della Fontana di Piazza Tacito, certifica che avevamo ragione». Inizia così il comunicato del circolo Pd di Collestatte che prosegue ricordando come le amministrazioni precedenti «seppur con molti ritardi, realizzarono i lavori del primo e del secondo stralcio comprensivi del manto in erba sintetica e della struttura degli spogliatoi. Del secondo stralcio  – precisano i dirigenti – lasciammo in bilancio oltre 30.000 euro del ribasso d’asta, ed ulteriori 90.000 euro con la devoluzione di un mutuo (che ricordiamo fu votata solo e soltanto dal Pd) per un totale di oltre 120.000 euro. Che quei soldi lasciati dalle Giunte Pd in bilancio esistevano ci fu evidenza lampante, con una pubblica delibera della giunta Latini poco dopo l’insediamento nel 2018, che li mise nella lista dei mutui accesi dalla Giunta precedente in attesa di essere spesi. E quei 120.000 euro erano un fondo presente in bilancio al pari degli altri 80.000 euro che furono lasciati sempre dalla Giunta Pd per realizzare l’altro impianto sportivo di calcio a 7 di Collestatte Piano. Ma mentre per quest’ultimo la giunta Latini diede avvio ai lavori, ai campetti a 5 di Collestatte paese fu dato un inspiegabile stop dall’amministrazione della destra. La delibera di ieri certifica che quei soldi non sono più per Collestatte, ma per altri scopi, sicuramente importanti come lo scolo della Fontana di piazza Tacito, ma ancora una volta rappresentano uno schiaffo insopportabile della Giunta Latini alle antiche municipalità, in particolare a quella di Collestatte, spesso abbandonata ma in questi ultimi 3 anni e mezzo retrocessa in serie C, anzi, siamo ormai ancora più giù. Come Circolo Pd – ammoniscono –  chiediamo un ripensamento della scelta con un ritiro immediato della delibera e di fare subito dopo il bando di gara per la realizzazione dei lavori dei campetti di Collestatte paese.  Da parte nostra metteremo in azione tutte le iniziative atte a tutelare i cittadini di Collestatte e più in generale della ex VI Circoscrizione Valnerina e delle antiche municipalità».

Senso civico «Pronto a dare battaglia – tuona il consigliere Alessandro Gentiletti – contro la delibera dell’assessora Salvati che toglie finanziamenti per il completamento dei lavori al centro sportivo di Collestatte». «l’assessora è incapace di amministrare – prosegue il capogruppo – , sa soltanto togliere soldi e risorse al comune di Terni e non è in grado di raccogliere alcuna sponsorizzazione e finanziamento. Ha fatto fallire tutti i progetti di riqualificazione urbana, a partire dall’ex Hawaii fino all’Antoniano e recentemente abbiamo appreso anche l’esclusione del progetto relativo all’area ex Gruber. Non ha presentato un progetto per l’area di San Valentino, completamente ignorata da questa amministrazione e abbandonata a se stessa.  Quando l’ultima delibera della vergogna che toglie soldi al centro sportivo di Collestatte sarà presentata al Consiglio comunale sono pronto, come altre volte, a fare ostruzionismo». Sempre il consigliere poi rivolge un appello: «Mi auguro che anche la maggioranza si sollevi finalmente contro questo scempio che vede svuotate le casse del comune e tolti soldi a interventi importanti. Resistere in Consiglio comunale è un atto dovuto verso la città, verso le nostre ragazze e i nostri ragazzi che vengono privati della possibilità di avere strutture ricreative e un atto di rispetto verso i borghi e le antiche municipalità del territorio, trattati ormai come colonie da cui prendere soldi senza mai restituire nulla. Dopo che l’assessora ha tolto 100 mila euro alla sicurezza stradale ed altrettanti al decoro urbano per la realizzazione di una pavimentazione pregiata alla fontana di piazza Tacito, ora sottrae soldi ad un centro sportivo importante. Non vorrei che i lavori della palestra di Campomaggiore non siano stati ancora avviati, nonostante i fondi disponibili, perché la vicesindaca intenda utilizzare anche quelli per realizzare interventi sulla fontana di piazza Tacito. Riaprire la fontana – conclude – è certamente importante, farlo raccogliendo sponsorizzazioni come avveniva all’inizio del mandato di questa amministrazione deve essere la strategia e l’unica via, visto anche lo stato di dissesto del Comune, quello che certamente non può essere consentito è che i simboli della città diventino un palcoscenico elettorale che danneggia i cittadini».

 

I commenti sono chiusi.