Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 15 giugno - Aggiornato alle 21:08

Umbria Jazz itinerante, consiglio comunale in pressing: «Passi per Terni»

C’è l’ok unanime della massima assise cittadina per la manifestazione culturale

©️Fabrizio Troccoli

«Terni rientri nel progetto di Umbria Jazz itinerante». Questa la richiesta del consiglio comunale di Palazzo Spada che ha approvato all’unanimità un atto di indirizzo che impegna l’amministrazione comunale a «proseguire una interlocuzione continua con la fondazione e la direzione artistica di Umbria Jazz mettendo a disposizione il massimo delle risorse possibili economiche e organizzative, allo scopo di valorizzare tutto il patrimonio turistico del territorio».

Umbria jazz L’atto fa leva sul fatto che il festival Umbria Jazz è stato riconosciuto quale ‘manifestazione di interesse nazionale ed internazionale’, incluso tra le grandi manifestazioni culturali italiane, identificato quale motore insostituibile di diffusione e valorizzazione del jazz italiano nel nostro Paese e nel mondo e divenuto di gran lunga il primo Festival Jazz italiano per introiti incassati da pubblico pagante. Il Festival Umbria Jazz è il più importante festival musicale jazzistico Italiano e nacque ufficialmente il 23 agosto 1973, con una serata di concerti che si svolse al teatro naturale di Villalago a Piediluco’.

Il consiglio regionale Il consiglio regionale umbro recentemente si è espresso positivamente su una mozione che impegna la giunta di Palazzo Donini a intraprendere un percorso virtuoso per rafforzare e valorizzare la Fondazione Umbria Jazz, che consenta di far fronte alle difficoltà economiche ereditate dalla gestione intercorsa nella precedente legislatura e che nel dispositivo ha accettato con la maggioranza dei votanti un emendamento bipartisan  che impegna la regione ad intraprendere un percorso itinerante’.

Andre Giuli Alla conferenza stampa di presentazione del Visioninmusica svoltasi ieri a Terni, l’assessore alla cultura Andrea Giuli aveva annunciato «abbiamo già in programma nei prossimi giorni, visite in due o tre luoghi del ternano, con la direzione artistica dell’umbria jazz, proprio per vedere dove e come portare il festival nella città di Terni».

 

I commenti sono chiusi.