Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 17 maggio - Aggiornato alle 17:21

Terni, il Cesvol porta ritmo tra i giovani: ecco ‘Musica in quartiere’

Lezioni gratuite per bambini e ragazzi dai 5 ai 17 anni: laboratori al via dal 13 aprile

Photo by Ebuen Clemente Jr on Unsplash

Parte a Terni dal 13 aprile il laboratorio gratuito di musica rivoto ai bambini e ai ragazzi dai 5 ai 17 anni, nella consapevolezza che «la musica è aggregazione, integrazione sociale e condivisione».

‘Musica in quartiere’ È il nome del laboratorio gratuito di musica. Le lezioni riguardano il canto, pianoforte e tastiere e, come si legge nel comunicato stampa di Cesvol Umbria, si tengono nella sala polivalente del Cesvol, in via Montefiorino 12/c, rispettando le norme anti-covid. Si tengono ogni martedì e giovedì, dalle 15 alle 19 e sono impartite da docenti di musica esperti della storica associazione musicale ‘Attenti al Kane’, centro di aggregazione Panpot. Sono rivolte sia a chi non ha mai approcciato alla musica ma anche a chi già ha padronanza con uno strumento musicale. L’iniziativa è organizzata dall’Arci di Terni, fa parte del progetto New generation Community, coordinato da Cesvol Umbria e sostenuto da ‘Con i bambini’ nell’ambito del fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile. «In una città come Terni c’è un estremo bisogno di laboratori musicali ed artistici di ogni tipo – afferma Eleonora Castellani, coordinatrice dei corsi – che sia la musica, il teatro, la danza. La possibilità di un laboratorio di avvicinamento alla musica diventa l’inizio di un percorso per molti ragazzi che decidono, successivamente, di continuare con lo studio di uno strumento o che, magari, diventeranno solo dei buoni uditori. La scelta delle lezioni individuali deriva dal fatto che sono ancora in vigore le ordinanze anti-covid. In attesa di tornare alla normalità ci piace ricordare che la missione primaria e fondamentale della musica è l’aggregazione, l’integrazione sociale e la condivisione poiché, si sa, la musica non ha confini né barriere, a meno che non siamo noi a metterle». Per partecipare, è necessario inviare un’email a [email protected] o chiamare il 3319314457.

I commenti sono chiusi.