Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 5 agosto - Aggiornato alle 23:39

‘Suoni controvento’, un Di Bonaventura tra ‘sacro e profano’ e il cinema di Morricone con il duo Giuliani-Biondini

Annunciati altri nuovi concerti per il festival estivo itinerante in vari posti suggestivi dell’Umbria: questa volta le tappe sono al Parco Fluviale del Nera e al pianoro di Sant’Erasmo di Cesi

Biondini e Giuliani (foto Roberto Cifarelli)

di D.N.

La magia del maestro Ennio Morricone nelle note di Rosario Giuliani e Luciano Biondini. Il prossimo 29 agosto al Ponte di Augusto lungo il Parco Fluviale del Nera a Narni. Tra ‘sacro e profano’ torna in scena poi il maestro Daniele Di Bonaventura, il 5 settembre sul pianoro di Sant’Erasmo di Cesi a Terni, con l’omaggio ad Astor Piazzolla, in occasione del centenario della sua nascita. Sono i nuovi concerti annunciati per il festival estivo Suoni controvento 2021 (sito ufficiale www.suonicontrovento.com), festival estivo di arti performative promosso da AUCMA.

‘Cinema Italia’ a Narni È il titolo del nuovo appuntamento del cartellone 2021 di Suoni Controvento. Protagonisti del suggestivo palcoscenico naturale del Ponte di Augusto, lungo il Parco Fluviale del Nera a Narni – altro comune che per la prima volta ospiterà il Festival – saranno Rosario Giuliani (sax contralto & soprano) e Luciano Biondini (fisarmonica). In scena il prossimo 29 agosto (ore 18) un omaggio alla musica da film di Ennio Morricone. «È motivo di soddisfazione per il Comune di Narni entrare nel circuito dei Suoni Controvento – asserisce Lorenzo Lucarelli, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Narni – un festival di grande qualità che lega diverse forme d’arte come la musica, la letteratura e il teatro, ma che rappresenta anche un veicolo di grande promozione turistica. Un progetto che ci dà la possibilità di mettere in vetrina le nostre eccellenze territoriali, che si sposano perfettamente con il format della kermesse che mette al centro un connubio di cultura e natura». «Narni – commenta Gianluca Liberali, direttore artistico di SCV – è una città nota e apprezzata in tutto il mondo per il suo patrimonio storico-monumentale del centro storico che, attraverso le sue manifestazioni, viene continuamente esaltato e valorizzato. Il nostro interesse sul territorio è rivolto più all’aspetto paesaggistico che circonda il borgo, a partire dal parco Fluviale del Nera. Il Ponte di Augusto è una sorta di simbolo della nostra manifestazione perché rappresenta la storia della ricchezza architettonica dell’Umbria inserita in un contesto naturale. Per noi è una bellissima sfida far emergere questo punto di vista e portare alla luce una ricchezza meno nota ai turisti, forse anche agli umbri».

Sul palco La musica da film di Ennio Morricone fa parte ormai da parecchi decenni della colonna sonora del pianeta e l’assegnazione al Maestro del premio Oscar alla carriera è sembrato un riconoscimento dovuto e forse un po’ tardivo ad un musicista che ha rivoluzionato con la sua enorme sensibilità e creatività il rapporto musica-immagine nel cinema. In questo concerto il duo presenterà una selezione di alcuni celebri temi di Morricone e allestiti e rivisitati in modo da valorizzarne le splendide melodie e, insieme, da poterli utilizzare come veicolo di improvvisazione. Un’arte, quest’ultima, nella quale hanno ottenuto riconoscimenti ed apprezzamenti che ne fanno da tempo i protagonisti del panorama jazzistico internazionale. L’evento si realizza in collaborazione con Mozart Festival e Corsa all’Anello di Narni. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria. Sempre nell’ambito di Suoni Controvento, durante la giornata prenderanno il via una passeggiata letteraria che vedrà protagonista la scrittrice Eva Toschi e dei giochi per grandi e piccini in stile “Avventure e Misteri in Umbria” a cura dell’associazione Roompicapo. Tutti i dettagli e gli eventi – fanno sapere gli organizzatori – saranno annunciati durante la conferenza stampa di presentazione ufficiale il prossimo 17 giugno.

‘Sacro e Profano’ a Cesi È il titolo del progetto musicale che il 5 settembre vedrà il ritorno del maestro Daniele Di Bonaventura, solo bandoneon in alta quota, a Suoni Controvento. In scena nel palcoscenico naturale del pianoro di Sant’Erasmo di Cesi a Terni, un omaggio al musicista e compositore Astor Piazzolla, nel centenario della sua nascita. Gli spettatori saliranno a piedi, accompagnati da guide Cai e di altre associazioni di trekking, da Cesi fino al luogo del concerto. Tempi e modalità per il parcheggio verranno comunicati dopo il 25 giugno. L’appuntamento, insieme al concerto di Levante che prenderà il via il 28 agosto presso l’Area Archeologica di Carsulae, segna l’ingresso del Festival nel cartellone dell’Estate Ternana 2021. «L’esordio del Comune di Terni tra i partner del Festival Suoni Controvento – dice il vicesindaco di Terni Andrea Giuli – è per noi motivo di soddisfazione. Il festival è ormai tra i più affermati in Italia nel suo genere e sposa perfettamente la nostra idea di coniugare spettacolo, cultura, intrattenimento con la valorizzazione e la promozione turistica dei nostri luoghi, con particolare riferimento alla natura e alla montagna. Suoni controvento, peraltro, è ormai in rete con rassegne prestigiose come Time in jazz in Sardegna, RisorgiMarche, Suoni delle Dolomiti e Paesaggi Sonori in Abruzzo e questo inserisce Terni in un circuito culturale e di eventi di assoluto rilievo». «Siamo entusiasti dell’operazione culturale turistica che siamo riusciti a costruire a Terni con Suoni Controvento – asserisce Gianluca Liberali, direttore artistico del Festival – Siamo molto grati all’amministrazione comunale per aver avviato questa collaborazione che, ci auspichiamo, cresca sempre più nel corso dei prossimi anni. Il territorio ternano così pieno di ricchezze artistiche e naturalistiche merita indubbiamente la più alta valorizzazione». Sempre nell’ambito di Suoni Controvento, nei primi giorni di settembre a invadere il borgo di Cesi saranno alcuni incontri letterari che rientrano nel format SCV “Libri in Cammino” e giochi per grandi e piccini in stile “Avventure e Misteri in Umbria”. Anche qui tutti gli eventi saranno svelati prossimamente durante la conferenza stampa di presentazione ufficiale del festival.

I commenti sono chiusi.