Quantcast
venerdì 21 gennaio - Aggiornato alle 20:32

‘Salida’, il nuovo progetto di Giovanni Guidi chiude a Foligno la rassegna Visioni targata Young Jazz

Il tour internazionale del quartetto composto anche da David Virelles, Dezron Douglas e Gerald Cleaver fa tappa allo Zut in collaborazione con L’Altra mente festival

Salida, il nuovo quartetto capitanato da Giovanni Guidi

di D.N.

La suggestiva e originale esperienza della prima edizione della rassegna ‘Visioni’ targata Young Jazz (concerti e film in jazz per avvicinare i linguaggi della musica e del cinema) è arrivata al suo atto finale. L’ultimo appuntamento è in programma giovedì 24 maggio (ore 21.30, ingresso 8 euro con possibilità di cena prima del concerto), sempre allo Zut di Foligno e in collaborazione con L’Altra mente festival, con il nuovo progetto Salida capitanato dal pianista Giovanni Guidi.

Altra mente festival Il tour internazionale del quartetto Salida di Guidi fa quindi tappa a Foligno all’interno dell’evento dedicato al disagio mentale come risorsa e promosso dall’Associazione Liberi di Essere in collaborazione con La Società dello Spettacolo per una collaborazione, quella tra Giovanni Guidi (direttore artistico di Young Jazz) e il Festival L’Altra mente che prosegue dopo quella dello scorso anno.

Salida Allo Zut quindi si esibirà un quartetto jazz internazionale con una strumentazione abbastanza inusuale: piano e tastiere, a cui si alternano Giovanni Guidi e David Virelles (tastierista e compositore cubano), accompagnati dagli americani Dezron Douglas (basso) e Gerald Cleaver (batteria). Guidi e Virelles sono accomunati da una visione musicale molto originale, seppur con risultati molto lontani tra loro ma che ha seguito un’evoluzione nel tempo abbastanza simile. Giovanni Guidi afferma: «Salida è l’uscita da una piccola gabbia che contiene le fragilità di un elefante enorme. È l’uscita verso le strade ignote ma inevitabili. È l’uscita per riscoprirsi dove quando si intravede la prima luce si ritrova un sorriso. Salida è l’uscita che rappresenta lo spazio dove ho scelto di ricostruirmi. Come questa musica che si mette a nudo e si svela come il mondo ad un bambino».

Visioni La rassegna ‘Visioni’, che ha incluso concerti ma anche film (la scelta di questi è stata curata in collaborazione con il cineclub Astr/azioni) si è svolta all’interno dello Spazio Zut, un luogo caro a Young Jazz ma anche un punto di riferimento per gli eventi culturali di Foligno e non solo. Young Jazz è da sempre una associazione che fa vivere i luoghi della città anche attraverso le collaborazioni: e questa volta l’iniziativa è stata realizzata proprio in sinergia con lo Zut. Collaborazioni che, in occasione di ‘Visioni’, non si sono fermate solo allo Zut e ad Astr/azioni ma che hanno coinvolto anche il Festival per le Città Accessibili, l’International Jazz Day ed ora anche L’Altra Mente Festival. Dal 2 febbraio allo Zut di Foligno in cartellone si sono alternati 7 suggestivi appuntamenti (4 concerti, compreso questo ultimo finale Salida, e 3 film). A cura dello Spazio Zut, è stato possibile anche cenare prima dei concerti o fare l’aperitivo dopo i film. Anche nel corso di questo ultimo evento della rassegna sarà aperto il tesseramento 2018 Young Jazz e sarà possibile acquistare i prodotti del merchandising.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.