Quantcast
martedì 19 ottobre - Aggiornato alle 13:25

Umbria Jazz, mercoledì jam sassion di cantanti e jazzisti. E aprono i battenti due mostre

La nazionale cantanti nel 2013 al 'Curi' (foto F.Troccoli)

Gustoso antipasto mercoledì sera per tutti gli amanti del jazz: all’hotel Giò Jazz di Perugia, a partire dalle 21.30, gli artisti della Nazionale Cantanti e della Nazionale Jazzisti terranno un concerto ad ingresso libero nel corso del quale si esibiranno Enrico Ruggeri, Raphael Gualazzi, i Sonohra, Pierdavide Carone, Enzo Pietropaoli, Giovanni Guidi, Fabrizio Sferra, Javier Girotto, Piji, Natalio Mangalavite e tanti altri. Una vera e propria jam session, nata dalla collaborazione tra Umbria Jazz e Conad, dove musica jazz e pop si incontreranno all’insegna dell’improvvisazione e del divertimento. Nel corso della serata sarà possibile acquistare i biglietti, al costo di 5 euro, per la partita di beneficenza (a favore dell’associazione di Giacomo Sintini, di ‘Avanti tutta’ e dell’Aulci) che si giocherà il giorno seguente al «Renato Curi» di Perugia. Prima del match alle 19.30 personaggi dello spettacolo, della musica e dello sport penseranno a scaldare il pubblico.

IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL

La partita Tra gli ospiti che parteciperanno allo show ci sono la giovane cantautrice Erica Mou, il tenore frate Alessandro che si esibirà in «Dolce sentire» e il tenore Fabio Armiliato, che canterà l’inno di Mameli in apertura. Durante lo show iniziale entreranno in campo anche due squadre giovanili del Comitato regionale umbro della Lnd che si esibiranno ai calci di rigore, mentre i più piccoli accompagneranno in campo le due nazionali. Non mancherà Raphael Gualazzi, cantautore e pianista vincitore della sezione giovani del Festival di Sanremo 2011, che si esibirà anche tra il primo e il secondo tempo. ‘Voce’ della serata sarà Mauro Casciari de «Le Iene», al quale sarà affidata la cronaca dei momenti salienti dell’incontro, accompagnato dall’attrice perugina Isabelle Adriani. Oltre che mercoledì sera, i biglietti per la partita potranno essere acquistati nei negozi Conad, nelle filiali Unicredit e nelle sedi delle tre associazioni alle quali verrà versato l’incasso.

IL PROVVEDIMENTO: DALLE 20 ALLE 6 NIENTE ALCOL IN BOTTIGLIA

Via ai seminari Martedì intanto hanno aperto le porte, per il ventinovesimo anno consecutivo, i seminari della Berklee summer school. Duecento gli studenti da tutto il mondo che si ritroveranno nelle aule delle scuole elementari di via Fabretti. Cinquantasette gli studenti provenienti da Usa, Gran Bretagna, Spagna, Francia, Germania, Austria, Belgio, Svizzera, Russia, Argentina, Giappone, Kazakistan, Malta, Norvegia, Slovacchia, Turchia: in pratica studenti da tutti i continenti, per un totale di 24 nazioni rappresentate, per quella che è una esperienza musicale, e non solo. Agli studenti che ottengono i migliori risultati la Berklee offre borse di studio e facilitazioni per continuare gli studi nella sede madre di Boston. Inoltre ci saranno i concerti finali gratuiti del Berklee/Umbria Jazz clinics award group: un ensemble composto dai migliori studenti che hanno frequentato le clinics.

Le mostre Ad arricchire questa edizione del festival, durante il quale il minimetrò d Perugia rimarrà aperto ogni sera fino alle 1.45, anche due mostre che hanno ovviamente come protagonista la musica e i concerti di Uj. Martedì a palazzo degli Oddi Marini Clarelli (in via di Priori 84) verrà inaugurata «6 per il jazz?», la mostra dove sono esposti gli scatti di sei fotografi da anni impegnati a raccontare il festival: due sono perugini (Marco Giugliarelli e Matteo Crocchioni), mentre gli altri sono Oreste Testa, Tim Dickerson, Adriano Scognamillo e Yasuhiro Fujioka, da tutti chiamato ‘Fuji’. La mostra rimarrà aperta fino al 20 luglio, giorno di chiusura del festival, dalle 9.30 alle 16.30 e dalle 16 alle 18. Nell’ex chiesa di Santa Maria della misercordia in via Oberdan invece, da giovedì sarà visitabile la mostra di Luigi Marzo intitolata «Il mio Jazz». Patrocinata dal Comune di Perugia, sarà aperta dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20. L’ingresso è libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.